Apple - Tim Cook ammette di preferire la realtà aumentata alla realtà virtuale

Chi sono io
Tere Vida Mombiela
@terevidamombiela
Autore e riferimenti

Facebook, Samsung, HTC, Sony, Google, Microsoft: tutte queste grandi aziende hanno già indicato e concretizzato la propria intenzione di entrare nel mercato della realtà virtuale e aumentata. Il marchio della mela Mancano ancora, nonostante alcuni comunicati stampa, massicci investimenti e ampie assunzioni. Opinion leader e creatrice di tendenze, sembra anormale che Apple non abbia ancora commentato realmente le sue intenzioni riguardo a queste nuove tecnologie.


Durante una di queste recenti uscite mediatiche, Tim Cook, CEO di Apple, ha fatto alcune rivelazioni sui piani della sua azienda. È stato ieri, durante un'intervista a Good Morning America, che ha risposto a una domanda sulle ambizioni di Apple per l'emergere della realtà virtuale e che ha colto l'occasione per affermare che la realtà aumentata è più interessante della realtà virtuale. "La mia opinione è quella la realtà aumentata è la più importante delle due tecnologie, probabilmente di gran lunga, perché dà a due persone la possibilità di sedersi e chattare, ma anche di guardare le cose insieme ", ha detto l'uomo d'affari. “Potrebbe essere qualcosa di cui stiamo parlando, o un'altra persona che non è fisicamente presente. Ci sono molte cose interessanti da fare qui ", si entusiasma.


Dall'inizio dell'anno, Apple ha continuato a distillare indizi sul suo interesse per AR e VR. A gennaio, il Financial Times ha rivelato che il gigante americano stava riunendo segretamente un team specializzato in queste due tecnologie. Queste ultime rivelazioni chiariscono i piani dell'azienda e sembrano indicarlo anche se l'azienda non esclude completamente la realtà virtuale, la realtà aumentata è per essa una priorità. Per giustificare questa posizione, Cook spiega che " la realtà virtuale blocca e immerge la persona in un'esperienza che può essere davvero interessante, ma probabilmente non ha lo stesso potenziale di business a lungo termine ". Aggiunge che "meno persone saranno interessate alla realtà virtuale, ma ci sono campi di applicazione molto interessanti come l'istruzione oi videogiochi".



Quello che possiamo concludere da queste rivelazioni è che l'aspetto antisociale della realtà virtuale, legato all'uso di un casco che isola completamente l'utente dal mondo reale, limita l'interesse di questa tecnologia agli occhi di Apple. D'altra parte, la realtà aumentata potrebbe essere utilizzata quotidianamente mentre camminiamo, camminiamo e interagiamo con altre persone. In altre parole, l'AR sarebbe più interessante della VR, perché sarebbe meno coinvolgente. Tim Cook non è il suo primo elogio della realtà aumentata. Ha anche citato il successo di Pokémon GO per illustrare il pieno potenziale della realtà aumentata.. Possiamo immaginare che il primo auricolare a marchio Apple sarà un visore per realtà aumentata e avrà come concorrenti non Oculus Rift e HTC Vive, ma Google Glass di Google e gli Hololens di Microsoft, il suo rivale da sempre. Potete trovare l'intervista nella sua interezza sul sito ufficiale del canale ABC.





Aggiungi un commento di Apple - Tim Cook ammette di preferire la realtà aumentata alla realtà virtuale
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.