CES 2017: Pimax annuncia le prime cuffie che flirtano con risoluzione 8K

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • Pimax VR, un auricolare che spinge i limiti della risoluzione
  • Il principale difetto del visore Pimax VR

Quest'anno, la realtà virtuale è essenziale al CES 2017. Lo spettacolo di Las Vegas ha visto fiorire la presentazione di nuovi visori VR, nonché una serie di accessori e applicazioni innovative. Lo stand dell'azienda cinese Pimax è oggetto di molta attenzione con l'annuncio del visore per realtà virtuale Pimax VR. Non solo il casco dell'azienda cinese offrirà a Risoluzione 4K UHD per occhio ma offrirà anche un campo visivo molto più ampio rispetto alla concorrenza, avvicinandosi alle caratteristiche dell'occhio umano.



Pimax VR, un auricolare che spinge i limiti della risoluzione

L'auricolare per realtà virtuale annunciato da Pimax supera di gran lunga la risoluzione offerta dagli auricolari HTC Vive, Oculus Rift o PlayStation VR. Il Pimax VR offrirà davvero a risoluzione massima di 7860 * 2160 pixel o 3840 * 2160 pixel per occhio. Una risoluzione del genere è davvero vicina all'8K, ben oltre in ogni caso i 2160 * 1200 pixel di HTC Vive e Oculus Rift. Il produttore annuncia, inoltre, un refresh rate di 60 Hz se la funzione “Overdrive” è attivata.

L'altra caratteristica principale del visore Pimax VR è ilangolo di visione che verrà offerto a 200 gradi, ben oltre, anche qui, i 110 gradi offerti da un Oculus Rift o da un HTC Vive. Il casco coprirà quasi completamente il campo visivo dell'occhio umano che è di 220 gradi. Il tempo di latenza annunciato da Pimax è di 18 ms. Caratteristiche che faranno Pimax VR il visore ideale per giocare ad alta risoluzione in totale immersione senza soffrire delle griglie di pixel che dovrebbero essere quasi invisibili su questo casco. Tuttavia, il Pimax VR soffrirà sicuramente di un difetto quasi paralizzante.



Il principale difetto del visore Pimax VR

Capirai, con una tale definizione, il principale difetto di cui soffrirà il Pimax VR è che richiederà potenza di calcolo colossale per poter gestire 4K per occhio. Per poter beneficiare di una buona immagine su HTC Vive o Oculus Rift, è già necessaria una macchina molto potente dotata della migliore scheda video. È difficile immaginare quanta potenza di calcolo sarà necessaria per far funzionare correttamente una tale risoluzione. Infine, è molto probabile che l'auricolare Pimax VR sarà senza dubbio in anticipo sui tempi.



La soluzione andrà sicuramente a buon fine ottimizzazioni del software al fine di risparmiare una grande potenza di calcolo nonché mediante l'uso di "eye tracking" che permette di calcolare una risoluzione massima solo sulla parte guardata dall'occhio. Per il momento non è stata prevista alcuna data per il rilascio del visore Pimax VR, né una stima del suo prezzo di vendita.



Aggiungi un commento di CES 2017: Pimax annuncia le prime cuffie che flirtano con risoluzione 8K
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.