🏆 [Confronto] I migliori auricolari per realtà virtuale | 2021


sommario

  • Confronto dei principali auricolari per realtà virtuale
  • I migliori auricolari VR per le tue esigenze
  • Caratteristiche da considerare quando si acquista un visore VR
  • Oculus Rift S: il degno successore del Rift
  • HTC Vive Cosmos: un auricolare con recensioni contrastanti
  • HTC VIVE Cosmos Elite: un visore VR che privilegia la precisione
  • HTC Vive Pro: la seconda generazione per professionisti e appassionati di realtà virtuale
  • Lynx: VR e AR in un potente auricolare autonomo
  • Sony Playstation VR, il visore VR per PS4 per i giocatori
  • Google Cardboard: il visore VR per iPhone / Android più economico
  • Samsung Gear VR, il visore VR mobile di fascia alta (per smartphone)
  • Lenovo Mirage Solo: un auricolare QHD VR autonomo
  • Dell Visor: le cuffie Windows Mixed Reality più eleganti
  • ASUS HC102: il visore Windows Mixed Reality davvero diverso
  • Acer Windows Mixed Reality AH101: la realtà mista secondo Microsoft
  • HP VR1000: le cuffie WMR più economiche e potenti
  • Lenovo Explorer: le cuffie Windows Mixed Reality più comode
  • CASCHI AUTONOMI DI REALTÀ VIRTUALE
  • Pico Neo CV: il casco autonomo e indipendente
  • Oculus Go: il visore Facebook autonomo che democratizza la realtà virtuale
  • CASCHI DI REALTA 'AUMENTATA
  • Vuzix Blade: il successore degli occhiali AR Google Glass?
  • hololens
  • GUIDA ALL'ACQUISTO DEI CASCHI DI REALTA 'VIRTUALE
  • Cos'è un visore per realtà virtuale?
  • Come funziona?
  • Qual è il punto?
  • Come scegliere le cuffie per realtà virtuale?
  • schermo
  • Tracking
  • compatibilità
  • Contenuto
  • Design
  • Prezzo
  • REALTA 'VIRTUALE ACCESSORI CASCHI
  • Quali sono gli accessori delle cuffie VR?
  • Oculus touch
  • Striker VR
  • Vive Tracker
  • Controller Samsung Gear VR
  • Twerking Butt
  • Omni

Se ti trovi in ​​questo confronto è perché ne hai già sentito parlare. Oculus Rift, HTC Vive, Samsung VR, Playstation VR ... Questi sono tutti nomi che probabilmente ti sono familiari se sei un po 'interessato alle cuffie per realtà virtuale. E questo è il problema: ce n'è una pletora. Tra auricolari autonomi, quelli che operano tramite uno smartphone o anche modelli che utilizzano la tecnologia della realtà aumentata, quasi ci perdiamo. Fortunatamente, il tuo girovagare su Internet ti ha portato nel posto giusto.





Confronto dei principali auricolari per realtà virtuale

Per aiutarti a orientarti tra tutta questa diversità di offerte, funzionalità e servizi, abbiamo identificato, referenziato e confrontato tutti i visori VR disponibili o annunciati. Li troverai tutti in la nostra grande tabella comparativa, un po 'più in basso, preceduto da i nostri migliori visori VR più popolari nel loro settore. E se ancora non lo capisci, puoi sempre consultare la nostra guida all'acquisto dedicata agli auricolari per realtà virtuale. Ti aiuterà a saperne di più su questi dispositivi, ti illuminerà sui criteri in base ai quali confrontarli e trovare l'auricolare giusto per te. 

I migliori auricolari VR per le tue esigenze

Bien évidemment, la scelta di una cuffia per la realtà virtuale deve essere stabilita secondo diversi criteri. Il prezzo ovviamente è un fattore importante che guiderà la tua scelta ma è anche e soprattutto necessario conoscere le tue esigenze e l'uso che vuoi farne. Alcuni auricolari sono progettati per i giochi e altre forme di intrattenimento, mentre altri sono progettati per l'uso professionale.

Esistono tre categorie principali di cuffie per realtà virtuale. Cuffie collegate a un PC o una console di gioco. Sono i più efficienti ma anche i più costosi. Cuffie autonome, più convenienti e più pratiche, hanno esperienza un po 'più limitata. Infine, visori VR che funzionano con uno smartphone. Tuttavia, sono molto più accessibili abbastanza limitato ma rappresenta una buona porta per scoprire le potenzialità della realtà virtuale.

Caratteristiche da considerare quando si acquista un visore VR

La risoluzione dello schermo è un parametro molto importante. Più alto è, maggiore sarà l'immersione. Con una risoluzione abbastanza bassa come quella di uno smartphone, l'effetto di griglia e pixel è significativo. Gli schermi sono infatti posizionati molto vicino agli occhi. Anche il campo visivo è un fattore significativo. Più il campo visivo è ridotto, più è importante l'effetto "visione a tunnel". Non esiste ancora un visore VR che offra un campo visivo che copra interamente quello dell'occhio umano.



Scopri se l'auricolare offre anche una bilancia da camera Ã¨ un parametro da tenere in considerazione per beneficiare dei movimenti negli esperimenti. Controller e le possibilità da loro offerte sono anche molto importanti per l'interazione. Una cuffia e controller con 6 gradi di libertà di movimento ti permetteranno di eseguire movimenti in sei diverse direzioni e garantire quindi una migliore immersione.

In termini di contenuto, nota che non tutti gli auricolari VR sono compatibili con tutte le applicazioni del mercato. Ad esempio, Oculus Rift ti consente di scaricare giochi dall'Oculus Store, mentre HTC Vive è limitato al catalogo Steam. A seconda dei giochi e dei software che ti interessano, è quindi importante verificare quali auricolari sono compatibili con questo contenuto.

Si noti inoltre che per gli auricolari VR collegati a un PC, la potenza e le caratteristiche del PC devono essere presi in considerazione. È molto probabile che tu debba potenziare il tuo computer con una scheda video più potente, ad esempio, per poter usare le cuffie.

Al contrario, se si opta per un visore VR standalone, diventa fondamentale controllare la sua scheda tecnica. Il processore e RAM determina la potenza dell'auricolare, mentre la batteria definisce la sua autonomia. Le prestazioni quindi variano molto da un dispositivo all'altro.

Oculus Quest 2: il miglior visore VR in tutte le categorie

Con Oculus Quest 2, disponibile dal 13 ottobre 2020, Facebook è riuscito a stabilire la sua egemonia nel mercato delle cuffie VR. Il primo Quest era un ottimo prodotto, ma questo nuovo modello ha ancora più successo.


Proprio come la prima Missione, questa è una auricolare per realtà virtuale autonomo, senza cavi e senza sensore esterno, compresi tutti i componenti necessari al suo funzionamento.


Le prestazioni sono tuttavia notevolmente aumentate. Per una buona ragione, il dispositivo è dotato di un file Processore Snapdragon XR2 accoppiato con 6 GB di RAM e lo schermo offre una definizione di 1832 × 1920 pixel per occhio. È un vero balzo in avanti rispetto alla prima missione.

Anche il design è stato rivisto, con un colore bianco e il totale abbandono del tessuto prendendo la polvere per una facciata interamente in plastica. Il nuovo cinturino, sebbene possa sembrare più rudimentale rispetto al primo modello, è anche molto facile da regolare.

Come il suo predecessore, il Quest 2 può essere utilizzato anche come auricolare VR per PC grazie al cavo Oculus Link che ne consente il collegamento a un computer. Il dispositivo sfrutterà quindi tutte le risorse della macchina per offrire prestazioni degne di una Rift S, e consentirà l'accesso al catalogo completo dell'Oculus Store e alla piattaforma Steam.

Ce L'auricolare VR ha quindi qualcosa per mettere tutti d'accordo. Inoltre, Facebook ha semplicemente abbandonato la sua gamma Rift al lancio di Quest 2, ritenendo che fosse diventata inutile.

Ciliegina sulla torta: questo nuovo modello costa meno del primo quando è stato lanciato. È disponibile per 349 €, ovvero 100 € in meno rispetto al vecchio Quest.

L'unico vero svantaggio è che lo è ora obbligatorio per accedere a Facebook per utilizzare questo auricolare. Sarai costretto a creare un account per entrare nel VR ...

Schermo : LCD
risoluzione: 
1832 × 1920 pixel per occhio
Frequenza di aggiornamento : 72Hz al lancio, presto 90Hz
Tracking : 6DoF
Contenuto : Eye Shop, Steam
Uscita :
 Ottobre 13 2020
Prezzo : euro 349

Valve Index: il perdente del creatore di Steam

 

Con Index, Valve ha ottenuto un vero successo nel formicaio del mercato delle cuffie VR. Ricorda che il creatore di Steam aveva già lavorato con HTC su Vive, ed è anche lo sviluppatore del sistema di tracciamento di Lighthouse. Questa esperienza gli ha permesso di acquisire una vera competenza, e questo si avverte quando abbiamo Coats the Valve Index. La costruzione è di alta qualità, così come il casco integrato, e il comfort c'è anche se questo dispositivo è più pesante della media.

I controller sono uno dei grandi punti di forza di questo auricolare. Appendono direttamente intorno alla mano, quindi non è necessario tenerli sempre. Inoltre, questi accessori sono personalizzabili per adattarsi alla forma della tua mano. I controlli sono sensibili alla pressione, il che rende i giochi VR ancora più coinvolgenti.

Lo schermo LCD offre un'ampia varietà di frequenze di aggiornamento a seconda della potenza del computer. In futuro, le due fotocamere e la porta di espansione USB dovrebbero consentire un aggiornamento hardware dell'auricolare sebbene al momento non sia stato comunicato nulla al riguardo.

Schermo : LCD
FOV: 130°
risoluzione: 
1440 × 1600 per occhio
Frequenza di aggiornamento : 80/90/120 / 144Hz
Tracking : 6DoF
Contenuto : Steam
Uscita :
 Giugno 2019
Prezzo : euro 1079

 

HP Reverb G2: una delle migliori immagini sul mercato

Dopo un primo contatto con la realtà virtuale tramite l'auricolare Reverb G1, HP torna con il suo ultimo prodotto, il Reverb G2. Questo auricolare, sviluppato in collaborazione con Windows e Valve, si concentra sull'immagine per regalare oggi uno dei prodotti con il display più bello. Con una risoluzione di 2160 per occhio, HP ha prestato particolare attenzione ai suoi due schermi LCD per un netto aumento della qualità. È semplice, in questa fascia di prezzo è il migliore sul mercato. Come con il suo predecessore, utilizza Windows Mixed Reality Platform (WMR) per funzionare. Per quanto riguarda Valve, il produttore di Index ha prestato diverse delle sue tecnologie per lo sviluppo del dispositivo, tra cui gli altoparlanti che sono posizionati a pochi centimetri dalle orecchie per una buona immersione.

Per quanto riguarda il comfort, il punto principale viene dalla regolazione meccanica della distanza interpupillare (o IPD in inglese) in modo che l'immagine si adatti a tutti i tipi di corpo. Questo è un grande passo che dovrebbe eliminare i problemi di sfocatura dell'immagine riscontrati con il modello precedente. Da notare inoltre che il cavo per collegarlo a un computer è lungo 6 metri, sufficienti per dare una certa libertà ai suoi utenti, senza timore di prendere il proprio PC (o di essere scollegato).

Schermo : Doppio LCD
FOV: 114°
risoluzione: 
2160 × 2160 per occhio
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Tracking : 4 telecamere, scala ambiente 6DoF
Contenuto : Auricolare e cavo da 6 m, adattatore da DisplayPort a mini-DisplayPort, alimentatore
Uscita :
 2020 End
Prezzo : 610 euro (710 euro con controllori)

 

 

HTC Vive: uno dei migliori auricolari VR per PC

Prodotto da HTC e Valve, HTC Vive è innegabilmente parte della parte superiore di questo top. Il caratteristiche tecniche sono sostanzialmente identiche a quelle dell'Oculus Rift. Il suo vantaggio sta nel suo partnership con Valve, all'origine della piattaforma di download di videogiochi Steam, un vero peso massimo nel settore dei videogiochi che può portare molti vantaggi agli utenti di Vive. A differenza del Rift, dove li sensori erano già inclusi nel casco, questi sono da posizionare all'esterno.

Schermo : Doppio AMOLED
FOV: 110°
risoluzione: 
1080 × 1200 per occhio
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Tracking : Scala della stanza 6DoF
Contenuto : SteamViveport
Uscita :
 Aprile 2016
Prezzo : euro 599

 

Oculus Rift S: il degno successore del Rift

 

Lanciato nel 2016, Oculus Rift aveva bisogno di un aggiornamentoQuesto sarà il caso dell'Oculus Rift S. Questo casco concentra vari miglioramenti graditi rispetto al suo predecessore. In particolare, è disponibile un unico schermo LCD 40% di pixel in più. Le nuove lenti correggeranno anche uno dei difetti del Rift. Anche il cinturino è stato ridisegnato per essere più comodo. Sarà rigido e abbastanza simile a quello di PlayStation VR.

Notevole differenza, Oculus Rift S non utilizzerà Room Scale ma sarà dotato di 5 telecamere per il tracciamento. I controller saranno molto simili e offriranno 6 gradi di libertà. Al rendezvous ci sono anche altri piccoli miglioramenti. Nota che il catalogo di Rift sarà completamente compatibile con Rift S. Anche qui sarà necessario un PC potente per far funzionare l'auricolare. La data di uscita è prevista per la primavera 2019.

Schermo : LCD
FOV: Non comunicato al momento
risoluzione: 
2.560 x 1.440 pixels
Frequenza di aggiornamento : 80Hz
Tracking : 6DoF
Contenuto : Eye Shop, Steam
Uscita :
 Previsto nella primavera del 2019
Prezzo :
 Dollari 399

 

HTC Vive Cosmos: un auricolare con recensioni contrastanti

 

*

Un problema che HTC ha affrontato e ha promesso di risolvere attraverso vari aggiornamenti. Per molti esperti, l'auricolare è giudicato un eccellente concorrente dell'Oculus Rift S. Un'ottima scelta per i giocatori che cercano un'esperienza visiva avanzata e comfort d'uso, a condizione che se lo possano permettere.

Schermo : LCD
FOV: Gradi 110
risoluzione: 
2.880 x 1.700 pixels
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Tracking : 6DoF
Contenuto : Steam
Uscita :
 Ottobre 3 2019
Prezzo :
 euro 799

Leggi le recensioni per l'HTC Vive Cosmos

 

HTC VIVE Cosmos Elite: un visore VR che privilegia la precisione

Con questa versione Elite, HTC mantiene la maggior parte delle caratteristiche del Cosmos correggendone i difetti. Abbiamo quindi un doppio schermo da 4,3 pollici a 90 Hz con una risoluzione di 1440 x 1700 pixel / occhio.

Il dispositivo viene fornito con le basi e i controller del suo predecessore, ma può contare su un nuova facciata esterna. Guadagniamo così in precisione, anche se sarà necessario disporre di un'area di gioco sufficientemente ampia per potersi muovere liberamente.

Nonostante tutto, questo auricolare VR rimane molto costoso. Ma per un dispositivo premium, può vantarsi di avere una delle risoluzioni più alte. Inoltre, viene fornito con Abbonamento di 6 mesi offerto alla piattaforma VivePort Infinity e con una copia di Half-Life: Alyx.

Schermo : LCD
FOV: Gradi 110
risoluzione: 
2.880 x 1.700 pixels
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Tracking : 6DoF
Contenuto : Steam
Uscita :
 Marzo 18 2020
Prezzo :
euro 999

 

HTC Vive Pro: la seconda generazione per professionisti e appassionati di realtà virtuale

Ancora prodotta da HTC, questa nuova generazione di cuffie VR ha schermi OLED migliori e un auricolare audio integrato. Più comodo e offrendo una migliore risoluzione, l'HTC Vive Pro è comunque orientato ai professionisti.. L'auricolare è ora disponibile da aprile 2018. Inoltre viene fornito con un adattatore ufficiale per l'uso wireless. Durante il CES 2019, HTC ha presentato Vive Pro Eye: un HTC Vive Pro che offre un sistema di rilevamento degli occhi.

Schermo : OLED
FOV: 110°
risoluzione: 
1440 × 1600 per occhio
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Tracking : 6DoF
Contenuto : Steam, Viveport
Uscita :
 Aprile 2018
Prezzo : euro 1399

 

Lynx: VR e AR in un potente auricolare autonomo

 

 

Lynx è un auricolare francese che offre sia realtà virtuale che realtà aumentata. Questa cuffia per realtà mista standalone è la prima in assoluto a presentare il processore Snapdragon XR2. Questo processore è semplicemente due volte più potente di quello incorporato nell'Oculus Quest, vale a dire il potenziale offerto dalle cuffie Lynx. Sul lato del display, anche le prestazioni fanno parte del gioco con i suoi due schermi LCD 1.600 x 1.600 pixel e una frequenza di aggiornamento di 90 Hz. Vengono utilizzate anche lenti innovative.

Il Lynx è anche il primo auricolare autonomo in assoluto a offrire elementi virtuali fotorealistici che si sovrappongono all'ambiente grazie a queste 6 telecamere che vengono utilizzate sia per il tracciamento che per la realtà mista. Il casco utilizza anche la tecnologia Eye-Tracking e un modulo 5G per una connettività estremamente veloce. Con un prezzo di lancio di $ 1.499, l'auricolare è principalmente rivolto ai professionisti. Verrà lanciato nel secondo trimestre del 2020.

Schermo : LCD
FOV: Gradi 90
risoluzione: 
1.600 x 1.600 pixels
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Tracking : 6DoF
Contenuto : Professionale
Uscita :
 Secondo trimestre 2020
Prezzo :
 Dollari 1.499

Sony Playstation VR, il visore VR per PS4 per i giocatori

 

Non è solo il PC nella vita. C'è anche la Playstation. I giocatori di console potrebbero sussultare per l'eccesso di cuffie VR per PC. Che si fermano, perché la Playstation VR di Sony è stata progettata appositamente per PS4, e non ha nulla da invidiare ai suoi concorrenti. Molto ben fatto, ha il vantaggio per essere l'unico compatibile con la Playstation per il momento. Svantaggio: probabilmente non è compatibile con nient'altro ...

Deploriamo anche una qualità dell'immagine inferiore a quella offerta dagli auricolari per PC, un sistema di tracciamento e controller che lasciano a desiderare o l'impossibilità di giocare in piedi. Nonostante tutto, grazie alla sua compatibilità con PS4 e un ottimo catalogo di giochi, il PSVR è il visore VR "high-end" più venduto fino ad oggi molto più avanti di Rift e Vive.

Schermo : OLED
FOV: 100°
risoluzione: 
960 × 1080 per occhio
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Contenuto : PlayStation Store
Uscita :
 novembre 2017
Prezzo : euro 159,90

 

Google Cardboard: il visore VR per iPhone / Android più economico

Normalmente, dalla vista del prodotto, avresti dovuto capire perché il Cardboard di Google è il più economico sul mercato. Viene venduto a 30 €, ma si può trovare su Solo € 2. Di conseguenza, non dovresti aspettarti un prodotto di alta qualità. La qualità dell'immagine offerta dai nostri smartphone non c'è ancora e l'immersione del casco lascia molto a desiderare, dovuto in particolare alla mancanza di regolazioni che permettono alla luce di filtrare dai lati. Non proprio il modello più comodo. Insomma, un casco economico che sia particolarmente interessante per chi vorrebbe testare la realtà virtuale senza mettere troppa mano nel portafoglioo per gli sviluppatori che desiderano creare applicazioni 3D e testarle rapidamente.

Samsung Gear VR, il visore VR mobile di fascia alta (per smartphone)

 

Qui entriamo nella parte delle cuffie VR mobili, il che significa che in realtà è il tuo smartphone che dà l'illusione del 3D. Mentre la maggior parte di questi modelli offre una qualità dell'immagine perfetta, Gear VR di Samsung gioca sulla qualità. Disponibile per un centinaio di euro, offre una buona immersione e una buona reattività ma è compatibile solo con il Samsung Galaxy S6, S7, Note 5 e 7. Ha anche il vantaggio di offrire l'accesso all'Oculus Store.

Nel marzo 2017, Samsung ha presentato un file nuova iterazione del suo Gear VR per accompagnare l'uscita della sua nuova ammiraglia, le Galaxy S8. Il casco non cambia drasticamente ma ora lo sarà consegnato con un controller bluetooth.

 

Lenovo Mirage Solo: un auricolare QHD VR autonomo

In effetti, questo auricolare Lenovo VR lo è tutt'altro che perfetto. Pertanto, soffre di un ecosistema di applicazioni particolarmente povero. Inoltre, la superficie dell'area di tracciamento è limitata a solo 1 m2.

Nonostante tutto, il dispositivo offre in cambio caratteristiche più che interessanti per un modello autonomo. Pertanto, beneficiamo di un sistema con 6 gradi di libertà, Suono 3D, un campo visivo di 110 gradi e un display QHD (2560 x 1440).

Include anche Google Daydream che consente l'accesso a molti contenuti VR, inclusi i video su YouTube. Tuttavia, pochi di loro supportano il rilevamento della posizione. Pertanto, la bella scheda tecnica di questo modello rimane abbastanza inutilizzata nella pratica.

Infine, notiamo a Durata della batteria di 3 ore.

Schermo : LCD
FOV: 110°
risoluzione: 2560 x 1440
Uscita : 
Prezzo : A partire da €

Dell Visor: le cuffie Windows Mixed Reality più eleganti

Senza dubbio, il Dell Visor sarà l'elmo il più curato esteticamente dalla gamma Windows Mixed Reality. È dotato di un fascia che sostiene la parte anteriore e posteriore della testa. Più igienico di un classico cerchietto, l'interno del casco è facile da pulire dopo ogni utilizzo.

Dell ha trovato la soluzione all'indirizzo problema ricorrente con gli auricolari VR, Sapere cavi che si intrecciano nelle gambe degli utenti. Con la semplice pressione di un pulsante, puoi decidere di far passare il cavo davanti o dietro in modo da non inciampare mai. Disponibile a fine anno per euro 510. Si spera che per Dell il ritardo non sarà troppo difficile da recuperare rispetto ad altri marchi che hanno già rilasciato le proprie cuffie WMR, come Acer per esempio.

Schermo : LCD
Cavo : 4 metri
FOV: 105°
risoluzione: 2880 x 1440
Uscita : Ottobre 17 2017
Prezzo : A partire da € 510

ASUS HC102: il visore Windows Mixed Reality davvero diverso

Schermo : LCD
Cavo : 4 metri
FOV: 105°
risoluzione: 2880 x 1440
Uscita : 2018 Spring
Prezzo : A partire da € 449

 

Acer Windows Mixed Reality AH101: la realtà mista secondo Microsoft

Con nuovo aggiornamento suoni del sistema operativo finestre 10Microsoft si affida alla realtà virtuale e alla realtà aumentata. A supportare gli sviluppatori, l'azienda di Redmond, in collaborazione con il produttore Acer, offre un'edizione per sviluppatori di cuffie per realtà mista. Il dispositivo ha due display a cristalli liquidi con una risoluzione di 1440 × 1440 pixel ognuno Frequenza di aggiornamento di 90 Hz (nativa). 

Schermo : LCD
Cavo : 4 metri
FOV: 105°
risoluzione: 2880 x 1440

HP VR1000: le cuffie WMR più economiche e potenti

Si Caschi WMR sono più simili degli altri, HP è riuscita comunque a distinguersi grazie a un argomento shock: un prezzo inferiore rispetto alla concorrenza. In effeti, auricolari di Asus, Acer e Lenovo sono a euro 449 solo contro 349 euro per questo casco WMR. HP ottiene punti anche per la qualità dei materiali utilizzati per la fabbricazione del prodotto. Proprio come la visiera Dell, l'archetto delle cuffie è completamente ricoperto di pile traspirante. Inoltre, per questioni pratiche, Il cavo HDMI può essere staccato per l'archiviazione. Un casco solido, di buona qualità e meno costoso della concorrenza, uscito alla fine del 2018

Schermo : LCD
Cavo :
4 metri
FOV:
105°
risoluzione:
2880 x 1440
Uscita : 
Disponibile
Prezzo :
A partire da € 349

 

Lenovo Explorer: le cuffie Windows Mixed Reality più comode

Ancora una volta, i caschi WMR sembrano tutti uguali, difficile da distinguere, specialmente con specifiche identiche. Tuttavia, questo auricolare per realtà virtuale offre un archetto completamente imbottito per un maggiore comfort dell'utente. Sempre con l'idea di migliorare l'esperienza di gioco, il brand ha deciso di integrare più ventole nel proprio casco per far circolare meglio l'aria e quindi sudare meno durante le sessioni di gioco.

Schermo : LCD
Cavo :
4 metri
FOV:
105°
risoluzione:
2880 x 1440
Uscita : 
Disponibile
Prezzo :
A partire da € 349

 

CASCHI AUTONOMI DI REALTÀ VIRTUALE

Pico Neo CV: il casco autonomo e indipendente

Un nuovo arrivato nel mercato delle cuffie VR, il cinese Pico ha scelto di sferrare un duro colpo offrendo a casco completamente autonomo. Dimentica il PC e la sua serie di cavi o lo smartphone e la sua media autonomia. Pico sta scommettendo su un casco che la maggior parte dell'hardware è stata trasferita su un controller cablato collegato alle cuffie. Girando sotto a fork d'Android, il Pico Neo CV dovrebbe essere in grado di beneficiare delle applicazioni VR disponibili sul PlayStore e del software dedicato. Nota che, non contento di essere indipendente, il Pico Neo può farlo essere collegato anche a un PC per sfruttare il kit di tracciamento sviluppato dal marchio. 

Schermo : AMOLED
FOV: 102°
risoluzione: 
1500 × 1500 per occhio
Frequenza di aggiornamento : 90Hz
Processore : Snapdragon 820 + 4Go di RAM
Spazio di archiviazione : MicroSD fino a 128 GB
Autonomia : 2,5 ore
Tracking : 6DoF
Contenuto : Google Play
Uscita :
 Gennaio 2017
Prezzo : Dollari 295

Oculus Go: il visore Facebook autonomo che democratizza la realtà virtuale

 

Oculus Go è un visore VR autonomo, che funziona senza bisogno di essere connesso a un PC o uno smartphone. Tutti i componenti necessari al suo funzionamento sono a bordo. Inoltre, a differenza di al casco Rift, gli attacchi Go sono realizzati interamente in tessuto, che è molto comodo da indossare.

L'Oculus Go è molto buono visore VR standalone, forse anche il migliore. Perfetto per le piccole borse che vogliono avventurarsi nella realtà virtuale a un prezzo inferiore. Facebook ha vinto la scommessa di un auricolare per realtà virtuale a pieni voti. Fai attenzione, tuttavia, le cuffie per realtà virtuale autonome non sono ancora buone in termini di grafica e immersione come caschi di fascia alta come HTC Vive et Oculus Rift. Senza dubbio, il rilascio di questa cuffia ha segnato l'anno 2018 per quanto riguarda il democratizzazione della VR.

Schermo : LCD
Cavo : 
senza cavo
FOV: 110°
risoluzione: 
1440 p
Uscita : 
Disponibile
Occhio a Prix versione 32GB Ã  219€/ versione 64GB Ã  269€
Autonomia : due ore per i videogiochi, due ore e mezza per i video a 360 °

Oculus Quest: un Oculus Rift wireless e senza PC

ilRicerca Oculus presentata dalla Facebook uscirà a Primavera 2019. Avrà lo stesso catalogo di giochi del Rift. Una vera rivoluzione nel mondo della VR, avremo finalmente un visore per realtà virtuale di fascia alta che funzionerà in modalità wireless e senza PC. UN Rift eye autonomo. Verrà fornito con due controller che forniscono 6 gradi di libertà di movimento.

Schermo : OLED
Cavo :
 USB-C
FOV:?
risoluzione: 
1600 × 1400 per occhio
Uscita : 
2019 Spring
Prezzo Oculus Quest: Dollari 399
Autonomia :?

HTC Vive Focus: l'auricolare HTC VR standalone di fascia alta

 

Disponibile dall'inizio del 2018 in Cina, l'HTC Vive Focus è finalmente stato lanciato a livello globale nel novembre 2018. Tuttavia, in questo momento, viene offerto solo come edizione per sviluppatori.

È un auricolare VR autonomo con uno schermo AMOLED a definizione 3K. Trae la sua potenza da un processore mobile Snapdragon 835. Il suo principale punto di forza è un sistema di tracking inside-out (senza sensori esterni) 6DoF (sei gradi di libertà di movimento). Infatti, questo dispositivo si presenta più come un concorrente di Oculus Quest che come un rivale di Oculus Go. Le applicazioni vengono acquistate su Viveport, il content store creato da HTC.

Schermo : AMOLED
FOV: 110°
risoluzione: 
2880 × 1600
Frequenza di aggiornamento : 75Hz
Processore : Snapdragon 835
Spazio di archiviazione : MicroSD fino a 2 TB
Autonomia : 3 ore
Tracking : 6DoF al rovescio
Contenuto : Viveport
Cavo : USB-C
Uscita :
 novembre 2018
Prezzo : euro 649

CASCHI DI REALTA 'AUMENTATA

Vuzix Blade: il successore degli occhiali AR Google Glass?

Dalla comparsa di Google vetro, il mondo tech ha iniziato a sognare una chimera che porta il nome di “occhiali per realtà aumentata”. Presentato al CES 2018, la lama Vuzix potrebbe benissimo essere il Grall tanto sperato dal mondo AR. In collaborazione con Amazon, gli occhiali integrano l'assistente intelligente Alexa. Sono in grado di visualizzare varie informazioni sugli obiettivi come la traccia GPS e alcune notifiche dal telefono come SMS e chiamate.

Schermo : LCD
Telecamera : 8 Megapixel
FOV: ?
risoluzione: ?
Peso: 85 grammi
Uscita : Attuale 2018
Prezzo : A partire da $ 1000

HoloLens di Microsoft: il visore per realtà aumentata

Abbiamo dovuto parlarne. Anche se questo confronto è principalmente dedicato agli auricolari per realtà virtuale, il dispositivi di realtà aumentata esistono e si parla negli stessi ambiti (videogiochi, avete indovinato). In questo settore è difficile non notare ilHoloLens, il visore creato da Microsoft. Qui, l'immagine virtuale si aggiunge alla realtà, dando l'impressione di evolversi nel mezzo di ologrammi particolarmente realistici. Difficile conoscere tutte le possibilità in termini di videogiochi, anche se uno sport pubblicitario ci aveva già fatto vedere una versione di Minecraft in realtà aumentata.

Magic Leap One: gli attesissimi occhiali a realtà aumentata

 

l'azienda si sviluppa dal 2011 un progetto segreto di occhiali a realtà aumentata. Dopo diversi eventi di raccolta fondi, uno più incredibile dell'altro, l'azienda ha promesso meraviglie per questi nuovi occhiali aumentati. Dall'agosto 2018, Magic Leap One è finalmente disponibile negli Stati Uniti. Alla fine, il dispositivo non è così convincente come previsto. Pesca in particolare da un campo visivo deludente. Tuttavia, sono soprattutto le app e i contenuti che gli sviluppatori creeranno per questo auricolare a determinarne il successo commerciale in un lancio globale.

GUIDA ALL'ACQUISTO DEI CASCHI DI REALTA 'VIRTUALE

Cos'è un visore per realtà virtuale?

E se iniziassimo bene? Che cos'è un visore VR, ad esempio? In gergo, VR (a volte indicato come RV, perché gli anglofoni fanno sempre tutto al contrario) si riferisce alla tecnologia di Realta virtuale.

Fermati subito se inizi a pensare a Matrix. Ricordi i caschi che offrono una visione di realtà virtuale tridimensionale immersiva da quando eri piccolo? Bene, questo è tutto. Il concetto non è nuovo, dal momento che i più smanettoni tra voi potrebbero aver già provato Virtual Boy, uno dei primi visori VR offerti da Nintendo… nel 1995. Oggi non ci siamo più. La tecnologia lo consente creare un ambiente virtuale realistico e (quasi) privo di latenza, il che spiega l'eccesso di offerta.

Come funziona?

Senza sorpresa, la stampa 3D è simulata da un leggero spostamento di alcuni elementi dell'immagine su ciascuno dei due occhi. Questo è sufficiente per dare all'utente l'impressione di trovarsi in un altro luogo, una realtà fittizia. Aggiungendo rilevatori di movimento nel processo, diventa persino possibile visita questo universo virtuale ed esplorane ogni angolo. Per molto tempo, il problema principale con questo tipo di dispositivo è stata la latenza tra il movimento della testa e la reazione dell'immagine. Oggi, questo ritardo è stato ridotto così tanto da essere impercettibile, creando l'illusione di una vera realtà.

Detto ciò, non tutti gli auricolari VR funzionano allo stesso modo. Alcuni addirittura differiscono radicalmente dagli altri. In genere, possiamo dividerli in tre grandi famiglie :

Cuffie VR per PC e console

- Le cuffie VR per PC sono i dispositivi più popolari tra il pubblico in generale. Come esempio, possiamo citare Oculus Rift, HTC Vive o PlayStation VR. Questi caschi connettersi a un computer o una console per sfruttare le sue risorse: processore, scheda grafica, spazio di archiviazione ... infatti, questa categoria di dispositivi è quella che offre le prestazioni maggiori. Purtroppo è anche il più costoso. Non solo questi auricolari di fascia alta sono costosi, ma richiedono anche un PC potente per funzionare.

Cartoncini o cuffie VR per smartphone

- D'altra parte, troviamo cosiddetti sistemi di cartone. Questi caschi sono molto più conveniente rispetto a quelli di altre categorie, dal momento che non incorporare alcuna tecnologia. Il principio è utilizzare lo smartphone dell'utente come schermo di un visore VRLa struttura del cartone permette di posizionare il telefono davanti agli occhi dello spettatore e di separare in due l'immagine ricevuta. Con l'aiuto di un'applicazione speciale, che trasmetterà due immagini leggermente spostate, troviamo l'illusione del 3D dei classici auricolari VR. I rilevatori di movimento e il giroscopio del telefono completano l'immersione per immergere l'utente nella sua realtà virtuale. Sebbene questi dispositivi siano molto più accessibili e facili da usare rispetto alla prima categoria, non sorprende rendersene conto le loro prestazioni sono meno impressionanti e meno orientate al gaming. Ad ogni modo, con l'emergere di cuffie VR stand-alone, IDC prevede l'imminente scomparsa di questa categoria di dispositivi.

Cuffie VR "autonome"

- Le cuffie VR autonome sono la categoria più recente di cuffie VR. Questi sono dispositivi "all-in-one" che lavorare senza bisogno di essere collegato a un computer o uno smartphone. Lo schermo, il processore, la scheda grafica, la batteria, lo spazio di archiviazione e persino il sistema di tracciamento sono direttamente a bordo. Questo tipo di dispositivo è quindi molto più facile e comodo da usare. Ti basta mettere l'auricolare in testa per immergerti nella realtà virtuale. È anche una soluzione più economica, poiché non è necessario investire in uno smartphone o in un PC. Al momento, la qualità grafica è inferiore a quella degli auricolari per PC. Tuttavia, la tecnologia sta avanzando rapidamente. Tra qualche anno, è probabile che gli auricolari standalone competeranno con i migliori auricolari per PC disponibili oggi.

Qual è il punto?

A cosa serve una console per videogiochi? Divertirsi, semplicemente. Allo stesso modo, l'auricolare per realtà virtuale è il fantasia di ogni giocatore per decenni. Non è difficile capire tutto il potenziale che offrono all'industria dei film o dei videogiochi in termini di immersione. Questi dispositivi consentono di "immergersi" in un videogioco e offrono nuove possibilità di gioco che gli sviluppatori stanno appena iniziando a esplorare.

Eppure, non è solo il mondo dello spettacolo quello che interessa a questa tecnologiaformazione Ã¨ uno dei cerchi più colpiti da questi dispositivi. Esistono già diverse applicazioni di formazione oggi nell'industria pesante o in operazioni pericolose. I vigili del fuoco lo usano già, così come tutti coloro che lavorano nel campo dei siti nucleari, delle raffinerie o delle piattaforme petrolifere.

In il settore dell'istruzione scolastica, Anche la VR viene utilizzata sempre di più. Consente ad esempio di rivivere scene della storia, di eseguire esperimenti di fisica / chimica in un laboratorio virtuale o di esplorare diverse regioni geografiche senza lasciare la classe.

Anche la realtà virtuale è ampiamente utilizzata nel settore sanitario. È stato scoperto che la VR può sostituire l'anestesia consentendo al paziente di essere distratto durante un'operazione. Può anche consentire a medici e chirurghi di formarsi in condizioni realistiche.

Un altro settore professionale a cui interessarsi di visori VR è quello di la distribuzione. Le agenzie immobiliari, ad esempio, hanno già iniziato a offrire tour degli appartamenti senza spostarsi dalla sedia, il tutto tramite visori VR. Allo stesso modo, gli architetti hanno potuto presentare il loro progetto ai loro clienti anche prima di iniziare il primo lavoro. Si dice anche che le agenzie di viaggio potrebbero offrire tour 3D di hotel o siti turistici alle parti interessate.

In il settore immobiliare, sempre più agenzie utilizzano la realtà virtuale per mostrare le proprietà ai propri clienti. Nel giornalismo, la realtà virtuale è abituata creare documentari e report immersivi Ã¨ più probabile che generi empatia negli spettatori rispetto ai media tradizionali.

Come puoi vedere, i visori VR stanno trovando la loro strada in tutti i settori. Questa tecnologia è destinata a cambiare il mondo. Nonostante tutto per ora, le due principali aree di applicazione sono videogiochi e pornografia. Infatti, nel campo dei film X, la realtà virtuale consente allo spettatore di immergersi in una scena per viverla in prima persona. Questo tipo di contenuto ha avuto un incredibile successo, tanto che l'industria sta ora investendo somme colossali.

Come scegliere le cuffie per realtà virtuale?

Sono solo visori VR, ce ne sono molti. Oltre alla tecnologia utilizzata, la compatibilità dei dispositivi, i contenuti offerti e il prezzo spesso differiscono da un modello all'altro. Non basta avere una tabella comparativa davanti a te, devi comunque conoscere i diversi criteri di selezione.

schermo

illo schermo è una delle parti più importanti di un visore VR, poiché rappresenta la porta che permetterà all'utente di entrare nella realtà virtuale. Mentre uno schermo buono ti darà l'illusione di essere immerso in un'altra realtà, uno schermo cattivo potrebbe invece darti nausea o mal di testa.

Diversi elementi devono essere presi in considerazione. Prima di tutto, definizione dello schermo. Questo è il numero di pixel che lo schermo è in grado di visualizzare. Maggiore è la definizione, più dettagliata è l'immagine.

Dobbiamo anche tener conto del FoV (Field of View) che si traduce semplicemente in campo visivo. Come puoi vedere, il FoV determina il campo visivo coperto dal visore VR e quindi la quantità di elementi che l'utente può vedere contemporaneamente. Con un FoV troppo basso, è probabile che l'utente veda il mondo reale ai lati dello schermo. Al contrario, un ampio FoV garantisce una visualizzazione più realistica e la massima immersione.

Infine, la frequenza di aggiornamento dello schermo è molto importante. Questa è la frequenza con cui lo schermo cambia le immagini. La visualizzazione sarà quindi più fluida e dettagliata se questa velocità è più alta.

Tracking

Il sistema di tracciamento di un visore VR determina come verranno tracciati i movimenti e la posizione dell'utente. Le cuffie VR di prima generazione (Oculus Rift, HTC Vive, PSVR…) erano basate su sensori esterni da posizionare nella stanza.

Tuttavia, i nuovi auricolari come Oculus Quest si basano su un sistema di tracciamento dentro e fuori. Ciò significa che il tracciamento è fornito da sensori e telecamere direttamente integrati nel casco. Non sono quindi più necessari sensori esterni.

On distingue il tracking 3DoF dal tracking 6DoF. Il tracciamento 3DoF offre libertà di movimento a 3 gradi, mentre il tracciamento 6DoF estende questa libertà a sei gradi. Le possibilità di interazione e la sensazione di immersione sono quindi nettamente maggiori nel secondo caso.

Attenzione, però: alcuni caschi offrono un sistema di tracciamento 6DoF, ma i loro controller sono limitati a 3DoF. L'utente può quindi muovere liberamente la testa, ma le interazioni con il controller sono fortemente limitate.

Infine, i migliori visori VR come HTC Vive e Oculus Rift offrono un monitoraggio "Room Scale" a 360 gradi. Ciò significa che l'utente può muoversi liberamente in una stanza e persino girarsi. I suoi movimenti continueranno ad essere seguiti e trascritti nella VR. In generale, Room-Scale richiede diversi sensori posizionati tutt'intorno alla stanza o un tracciamento di tipo Inside-Out.

compatibilità

Questo è il punto da guardare prima. I giocatori sanno già che prima di acquistare un gioco, è necessario eseguire alcuni controlli. La compatibilità con la sua console o la configurazione minima richiesta dal suo computer sono gli esempi più significativi. Lo stesso processo dovrebbe essere applicato prima di acquistare un auricolare per realtà virtuale.

Alcuni modelli saranno compatibili solo con determinate macchine. Il Morpheus di Sony è l'ideale per i giocatori di PS4, ad esempio, mentre Oculus funzionerà solo su moto con Windows 7 almeno. Allo stesso modo, a seconda delle dimensioni di alcuni cartoni, non tutti gli smartphone saranno compatibili con tutti i modelli. Per questo non possiamo aiutarti. Sta a te verificare con quali cuffie è compatibile la tua attrezzatura.

Contenuto

Chi dice che differenze nei marchi significa differenze nei servizi. Ecco qui il parco delle applicazioni offerte che dovrà essere monitorato, perché da un mezzo all'altro, non sarà necessariamente lo stesso.

Devi sapere che Oculus è attualmente l'unico produttore a offrire un catalogo di videogiochi esclusivi per i suoi vari caschi. Da parte sua, Valve consente l'accesso al catalogo SteamVR a tutti i diversi auricolari per PC. Se vuoi poter accedere a tutte le applicazioni, è quindi meglio optare per un Oculus Rift.

La scelta è un po 'più semplice per gli auricolari mobili, poiché le applicazioni compatibili dipendono dallo smartphone (che normalmente dovrebbe essere già in tuo possesso). Tuttavia, solo gli smartphone Samsung possono accedere al catalogo di Gear VR Oculus Store e solo gli smartphone "Daydream-Ready" possono accedere al catalogo di applicazioni della piattaforma Google Daydream.

Design

Il design di un visore VR può variare enormemente, non solo dal punto di vista estetico, ma anche funzionalmente.

Cuffie VR entry-level

Pertanto, i modelli più convenienti si presentano sotto forma di a coppia di lenti trattenute da una struttura a volte fatto di cartone. Uno smartphone si attaccherà alle lenti.

In questa categoria contiamo ovviamente i Google Cardboard. Se questi dispositivi possono essere acquistati per pochi euro, va notato che offrono funzionalità molto limitate, in particolare il Visualizzazione video a 360 °. Inoltre, non sono molto comode e non adatte ad un uso prolungato.

Cuffie VR di fascia media

Laddove Google Cardboard funge semplicemente da copertura VR per uno smartphone, offrirà un auricolare di fascia media funzionalità più avanzate. Pertanto, alcuni includono sensori aggiuntivi o persino schermi integrati.

Qui, stiamo parlando di dispositivi del tipo Samsung Galaxy Gear VR o Homido. A differenza dei modelli economici o dei modelli di gamme superiori, la qualità costruttiva varia enormemente da un prodotto all'altro. Sarà quindi necessario provare un dispositivo o almeno vedere i test prima di acquistarne uno.

Cuffie VR di fascia alta

Infine, ci sono i modelli venduti a prezzi elevati che offrono un'esperienza che supera di gran lunga le capacità di calcolo di uno smartphone. Contiamo qui Oculus, HTC Vive e altri PlayStation VR.

Finora, solo questi caschi offrono a tracking de position, la migliore grafica e schermi ad alta risoluzione. Inoltre, sono più comodi.

Prezzo

Ovviamente, il prezzo delle cuffie VR è un criterio da tenere in considerazione. Piccoli consigli da dare qui: guarda il tuo budget e modifica la tua scelta di conseguenza. Se vuoi solo sperimentare la realtà virtuale, non c'è bisogno di correre ai modelli più esclusivi. D'altra parte, se sei sicuro di voler usare le tue cuffie ogni giorno per puro gioco, è preferibile un auricolare per PC per non rimanere delusi dalle prestazioni.

Generalmente, gli auricolari per PC e console sono i più costosi, e gli auricolari per smartphone sono i più economici. Gli auricolari stand-alone, d'altra parte, non richiedono l'acquisto di una console, un PC o uno smartphone e quindi sono in definitiva più convenienti se non si dispone dell'attrezzatura necessaria per altri tipi di dispositivi.

Un bonus è da aggiungere a tutti gli accessori previsti per il tipo di casco. Un controller, un guanto o una maschera possono aumentare notevolmente l'esperienza di gioco ma aggiungere alcuni numeri alla valutazione. Idealmente, il loro acquisto deve essere pianificato prima di ottenere il casco.

REALTA 'VIRTUALE ACCESSORI CASCHI

Quali sono gli accessori delle cuffie VR?

Oculus touch

Nome della ditta : Oculus VR

Supporto: Oculus Rift

Descrizione: L'Oculus Touch è un prodotto compatibile con la versione commerciale di Rift. Si tratta di una coppia di controller posti in ciascuna delle mani e che funge da rilevatore di movimento per migliorare l'immersione degli utenti.

Prezzo : euro 119

Data di spedizione: Dicembre 6 2016

Striker VR

Nome della ditta : Striker VR

Supporto: Oculus Rift e HTC Vive, potenzialmente altre compatibilità

Descrizione: Lo Striker VR Riffle, come suggerisce il nome, è un fucile d'assalto con tecnologia di feedback tattile che promette di offrire un'immersione senza precedenti nei giochi sparatutto.

Prezzo : ancora sconosciuto, i preordini dovrebbero iniziare nel secondo trimestre del 2017

Data di spedizione: ancora sconosciuto

Vive Tracker

Nome della ditta : HTC

Supporto: HTC Vive

Descrizione: Il Vive Tracker è un accessorio da installare su un oggetto e che permetterà di tracciarlo in modo che venga convertito in un oggetto con cui possiamo interagire in VR.

Prezzo : euro 119

Data di spedizione: Marzo 27 2017

Controller Samsung Gear VR

Nome della ditta : Samsung

Supporto: Gear VR 2016 e 2017

Descrizione: Il controller Bluetooth di Samsung viene fornito di serie con la versione 2017 del suo Gear VR. I proprietari di generazioni precedenti del casco possono tuttavia acquistarlo da soli. Il controller propone di deportare i pulsanti posti sul bordo del visore Gear VR: c'è quindi un touchpad direzionale, che nasconde quattro pulsanti direzionali, un pulsante indietro e un tasto home, due pulsanti di regolazione del volume e un grilletto, non è presente sui caschi. Infine, il controller ospita un sensore di movimento oltre a quelli presenti nel casco in modo da migliorare la sensazione di immersione.

Prezzo : il controller Samsung è disponibile da solo al prezzo di 39 euro.

Data di spedizione: disponible

Twerking Butt

Nome della ditta : pornhub

Supporto: Cyberskin VR (e forse altri auricolari mobili, da confermare)

Descrizione: Twerking Butt ridefinisce l'essenza stessa del porno virtuale. Questo è un paio di natiche robotiche che simulano i posteriori autentici. Texture della pelle, temperatura, massaggiatore, vibratore, Twerking ... tutto è pensato per essere realistico

Prezzo : il Twerking Butt è disponibile in due versioni: 499 € per la versione classica e 799 € per la versione deluxe, l'unica ad avere la funzione twerking.

Data di spedizione: disponible

Omni

Nome della ditta : Virtuix

Supporto: Oculus Rift, HTC Vive e alcuni auricolari mobili tramite Omni Bluetooth

Descrizione: Il tappeto Omni mette il giocatore al centro dell'azione permettendogli di sedersi, camminare, correre, saltare nella vita reale in modo che il gioco esegua i suoi movimenti

Prezzo : 640 € per il set di tappeti, paio di scarpe, tracker da mettere sulle scarpe, cintura di sicurezza

Data di spedizione: Dicembre 2015

👓 Cos'è un visore per realtà virtuale?

Un auricolare per realtà virtuale è un dispositivo che viene indossato come una maschera e che posiziona uno schermo proprio davanti agli occhi. Questo permette all'utente di essere immerso in contenuti multimediali che occupano l'intera visione. La realtà così come percepita dall'occhio umano è sostituita da ciò che viene trasmesso dallo schermo del casco. Se oggi la realtà virtuale è spesso associata ai videogiochi, è comunque utilizzata da altri settori. Pertanto, diverse categorie di professionisti lo utilizzano per la formazione o la terapia, tra le altre cose.

📦 Quali sono i diversi tipi di cuffie per realtà virtuale?

Nel tempo, le cuffie per realtà virtuale si sono evolute per differenziarsi in due categorie principali. Da un lato, ci sono auricolari collegati a un computer o una console di gioco. Questi incorporano uno schermo e sensori per posizionare il casco nello spazio. Il computer si occupa di tutta la parte di calcolo. Dall'altro lato ci sono i caschi stand-alone. Inoltre integrano tutti i componenti necessari come processori, memoria e una batteria. La loro potenza è generalmente meno efficiente di quella di un PC attrezzato per la realtà virtuale. Tuttavia, offrono più libertà. Prima di allora, alcuni auricolari erano solo scatole con una lente realizzata per ospitare gli smartphone.

🎮 Posso eseguire tutti i giochi su tutte le cuffie?

I videogiochi progettati per la realtà virtuale sono per natura piuttosto esigenti in termini di prestazioni. Di solito hanno bisogno di una macchina ben attrezzata con componenti come un potente processore e una scheda grafica. Quindi, avendo un computer con una configurazione del giocatore e una cuffia per la realtà virtuale collegata al PC, tutti i giochi saranno in grado di funzionare su di esso. D'altra parte, gli auricolari stand-alone non offrono ancora un tale livello di prestazioni e sono limitati dai loro componenti che sono equivalenti a quelli che si trovano sugli smartphone di fascia alta. Non tutti i giochi saranno offerti su questi modelli.

💸 Qual è il prezzo medio di un auricolare per realtà virtuale?

Gli auricolari per realtà virtuale hanno prezzi variabili. Inoltre, è importante definire l'uso che si vuole farne prima di recarsi al box dell'acquisto. A seconda che tu voglia la migliore definizione dell'immagine, poterla usare ovunque e in qualsiasi momento, o semplicemente giocare nel tuo salotto, il prezzo può variare da uno a doppio. In generale, il prezzo del dispositivo aumenta in base alla qualità dello schermo. Risoluzioni di grandi dimensioni come quelle offerte dalle cuffie del produttore cinese Pimax arriveranno a un prezzo elevato poiché Oculus riesce a vendere le sue cuffie autonome a un prezzo molto competitivo. Conta da 250 a 300 euro per il primo prezzo e da 1000 a 1500 euro per il top di gamma.

🤔 Quali sono i vincoli della realtà virtuale?

Sebbene la realtà virtuale sia un campo in rapida evoluzione ultimamente, non sfugge ad alcune limitazioni che ne frenano l'adozione di massa. Il prezzo può sembrare alto in primo luogo, soprattutto per gli auricolari che richiedono un computer con una potente configurazione laterale. L'altro fattore più spesso citato è la nausea causata dal movimento dell'immagine associato alla cinetosi. Infine, la definizione degli schermi non è ancora all'altezza di quella dell'occhio, che percepisce tutti i difetti a una distanza così ravvicinata.



Aggiungi un commento di 🏆 [Confronto] I migliori auricolari per realtà virtuale | 2021
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.