Docomo presenta la prima fotocamera VR 8K per lo streaming 5G

Chi sono io
Tom Chatfield
@tomchatfield
Autore e riferimenti

sommario

  • Docomo vuole abilitare lo streaming di eventi live in 8K VR grazie al 5G

Secondo operatori e produttori di chip, il Il 5G consentirà lo streaming di eventi live nella realtà virtuale. Grazie all'elevata larghezza di banda e alla bassa latenza di questa nuova rete, sarà finalmente possibile lo streaming live di video a 360 gradi estremamente grandi. Abbiamo anche potuto assistere a una dimostrazione di streaming video 5G VR presso lo stand di Qualcomm al CES 2019.



Tuttavia, saranno necessari nuovi dispositivi per sfruttare le opportunità offerte. In questo contesto, annuncia oggi l'operatore giapponese NTT Docomo "Il primo sistema di realtà virtuale 3D 8K al mondo" che consente lo streaming a 60 FPS tramite 5G.

In concreto, questo sistema è costituito da una telecamera 8D a 3 gradi 360K, a Microfono 3D sferico prodotto da Yamaha con 64 canali di registrazione audio, diversi computer e una stazione 5G. L'obiettivo? Facilita lo streaming di contenuti VR panoramici da qualsiasi parte del mondo tramite 5G.

Docomo vuole abilitare lo streaming di eventi live in 8K VR grazie al 5G

Per consentire agli utenti delle cuffie VR di godere di video live stereoscopici ad altissima definizione, che possono essere visualizzati da diverse angolazioni, Docomo ha lavorato instancabilmente su questo sistema per un anno. Si noti che il sistema è stato testato con successo questa settimana da Docomo, il canale televisivo HTB e NEC durante il Sapporo Snow Festival a Hokkaido.

Si deve sapere che gli i requisiti di potenza di elaborazione e larghezza di banda sono estremamente elevati per lo streaming di video VR in 8K. Le immagini catturate dagli obiettivi della fotocamera multipla devono essere istantaneamente cucite più volte al secondo e trasmesse in streaming sulla rete 5G con il loro audio 3D perfettamente sincronizzato.



Per vincere questa sfida, Docomo ha sviluppato un nuovo codificatore video 8K a 60 FPS, una potente fotocamera 3D e un assemblaggio video particolarmente veloce. I computer convertono i nove flussi video 4K dalla telecamera 3D in due video 8D 3K a 360 gradi in tempo reale. Questi video vengono quindi compressi per lo streaming tramite 5G. Un'altra macchina è responsabile della trasformazione dei 64 canali audio del microfono 3D in 36 canali dell'audio 3D. Quindi il flusso risultante combina video panoramico 8K 3D e audio stereo che cambia a seconda della posizione della testa dell'utente.


Si tratta di un un balzo in avanti per lo streaming di contenuti nella realtà virtuale. Detto questo, nessun auricolare VR attualmente disponibile è compatibile con 5G e nessuno di essi è in grado di visualizzare 8K (tranne il Pimax 8K). Inoltre, ad oggi ci sono ancora pochissime reti 5G operative. Ci vorrà quindi probabilmente uno o due anni prima che il sistema sviluppato da Docomo si riveli davvero utile.




Aggiungi un commento di Docomo presenta la prima fotocamera VR 8K per lo streaming 5G
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.