eSport VR - Come la realtà virtuale sta trasformando gli eSport

Chi sono io
Tere Vida Mombiela
@terevidamombiela
Autore e riferimenti

sommario

  • eSport VR: partecipa a gare di videogiochi in realtà virtuale
  • eSport VR: partecipa a gare di videogiochi in realtà virtuale
  • eSport VR: l'eSport potrebbe essere considerato un vero sport grazie alla realtà virtuale
  • eSport VR: un trampolino di lancio per il settore della realtà virtuale?
  • eSport VR: quando decollerà l'industria dei videogiochi VR competitiva?
  • eSport VR: la realtà virtuale è davvero il futuro degli eSport?
  • The Unspoken: il primo torneo di eSport VR organizzato da Microsoft e Oculus
  • eSport VR: chi sono i principali attori del mercato oggi?
    • Sliver.tv
    • Intel
    • Virtuix
    • Valvola



eSport VR: partecipa a gare di videogiochi in realtà virtuale

C'è già possibile partecipare alle gare di eSports tramite un visore per realtà virtuale. Lo spettatore può stare direttamente accanto all'avatar del giocatore professionista e sentirsi così completamente immerso nello spettacolo. Startup come Sliver.tv stanno lavorando attivamente per aprire gli spettatori VR a più giochi e dispositivi.

eSport VR: partecipa a gare di videogiochi in realtà virtuale

Diversi giochi di realtà virtuale sono progettati appositamente per le competizioni di realtà virtuale. Questo è ad esempio il caso del gioco RIGS Mechanized Combat League. Nel prossimo futuro, invece di competere l'uno contro l'altro usando una tastiera e un mouse, i giocatori professionisti potranno combattere nella realtà virtuale, utilizzando controller di rilevamento del movimento come Oculus Touch e muovendosi fisicamente grazie alle tecnologie Room Scale Tracking. Il confine tra sport ed eSport scomparirà quindi gradualmente.


eSport VR: l'eSport potrebbe essere considerato un vero sport grazie alla realtà virtuale

La realtà virtuale potrebbe letteralmente trasformare il campo degli eSport. Innanzitutto potrebbe far nascere una nuova categoria di giocatori professionisti, molto più atletici, che si allenano fino a 12 ore al giorno su tapis roulant omnidirezionali e altri simulatori di movimento. Ricordiamo che un giocatore ha perso di recente 22 chili in 5 mesi giocando alla realtà virtuale per un'ora al giorno.


On può anche evocare concetti come The Void, che offre a un gruppo di giocatori di avventurarsi nella realtà virtuale su scala di magazzino. Dotato di cuffie VR wireless, i giocatori si muovono liberamente nel magazzino e si evolvono contemporaneamente nella realtà virtuale. Attualmente, The Void offre solo contenuti cooperativi. I giocatori devono allearsi per abbattere i nemici virtuali. Tuttavia, è possibile considerare contenuti competitivi, offrendo due squadre di giocatori per competere su un campo di battaglia virtuale. Tali scontri su scala di una vasta area sarebbero molto interessanti da guardare e rappresentano un campo di possibilità per l'eSport VR.

ESport VR potrebbe anche attrarre un pubblico più ampio e coinvolto. Nell'eSport tradizionale, gli spettatori guardano semplicemente cosa succede sullo schermo, ignorando i giocatori che si siedono immobili davanti al loro schermo. Con la realtà virtuale, i giocatori saranno ora costretti a correre, abbassarsi e saltare per vincere la partita. Le partite saranno quindi molto più spettacolari, e potranno quindi attirare più spettatori. Inoltre, grazie alla realtà virtuale, gli eSport potrebbero acquisire maggiore legittimità come sport.

eSport VR: un trampolino di lancio per il settore della realtà virtuale?


Naturalmente, Gli eSport potrebbero essere molto utili per l'industria della realtà virtuale, che sta lottando per attirare il pubblico in generale. Oltre ad attirare nuovi utenti, i concorsi potrebbero attrarre investitori. Ricordiamo che il mercato degli eSports potrebbe portare a 5 miliardi di dollari ogni anno entro il 2020. Gli sviluppatori di contenuti ei produttori di cuffie VR trarranno vantaggio dai soldi delle scommesse e i giocatori professionisti saranno attratti dagli stipendi. Quando i fan iniziano a guardare le partite di realtà virtuale, altri giocatori di eSport come distributori, sponsor e organizzatori loderanno la realtà virtuale, il che aiuterà anche a rafforzare la sua democratizzazione.


eSport VR: quando decollerà l'industria dei videogiochi VR competitiva?

Nonostante tutto il suo potenziale, eSport VR deve ancora decollare. Ci sono due principali ostacoli al suo sviluppo. Prima di tutto, la realtà virtuale soffre di una crudele mancanza di contenuti. Sicuro delle migliaia di giochi per PC rilasciati ogni anno, circa 4 o 5 vengono giocati a livello professionale. Tuttavia, per il momento, non è disponibile un vero blockbuster VR multiplayer. Nessuno dei principali sviluppatori di eSport come Valve, Blizzard o Riot Games ha lanciato un importante progetto di realtà virtuale. In effetti, la realtà virtuale non è ancora nella fase di poter federare una comunità di eSports. Ciò non sorprende, dato che le cuffie tradizionali come Rift e Vive sono disponibili solo da un anno. L'industria è ancora nella fase sperimentale del suo sviluppo.

Inoltre, la comunità degli utenti della realtà virtuale è ancora troppo piccola. La maggior parte degli spettatori di eSport sono giocatori che conoscono le regole dei giochi. Considerando il basso numero di giocatori VR, è troppo presto perché si formi un ecosistema di giocatori professionisti. Di fronte a questi ostacoli, eSport VR non dovrebbe decollare almeno fino al 2020, quando la tecnologia stessa sarà democratizzata.


eSport VR: la realtà virtuale è davvero il futuro degli eSport?

Ci sono diversi ostacoli che devono affrontare la crescita di eSport VR. Prima di tutto, le vendite di cuffie VR nel 2016 sono state significativamente inferiori alle previsioni degli analisti. Tuttavia, la maggior parte degli spettatori delle tradizionali competizioni di eSport sono anche giocatori. È quindi necessario che una vasta comunità di utenti di visori VR si sviluppi per lo sviluppo di eSports. Aziende come BoomTV, Genvid, Silver e Valve stanno lavorando attivamente per facilitare lo spettacolo VR. Anche piattaforme come VREAL, YouTuve e Twitch dovrebbero lavorare in questa direzione negli anni a venire.


Inoltre, il mercato degli auricolari VR al momento è grossolanamente troppo segmentato, con cinque principali dispositivi disponibili. La standardizzazione è un fattore essenziale per la creazione di un ambiente competitivo. Ad esempio, nessuno immagina un torneo di Overwatch in cui una squadra gioca su PS4 e l'altra su PC.

Le anche la mancanza di contenuti pertinenti è un freno da tenere in considerazione. Finora, la maggior parte dei giochi VR disponibili sono semplici simulatori o singoli giochi con un concetto di base. Affinché eSport VR si sviluppi, sarà necessario attendere l'uscita di giochi di strategia FPS, MOBA e AAA in realtà virtuale. In breve, il futuro di eSport VR dipende dallo sviluppo del settore nel suo complesso.

The Unspoken: il primo torneo di eSport VR organizzato da Microsoft e Oculus

Du Dal 13 maggio al 20 giugno 2017, Microsoft, Oculus, Asus, Intel e Insomniac Games stanno organizzando il primo torneo di esport VR, attorno al gioco The Unspoken su Oculus Rift. L'evento si svolge in più di 80 Microsoft Store negli Stati Uniti e in Canada. Le semifinali si svolgeranno il 20 maggio e la finalissima il 20 giugno. Il vincitore riceverà un premio del valore di $ 7500, incluso un Oculus Rift, un PC pronto per la realtà virtuale e un premio in denaro.

Il taciuto, disponibile esclusivamente su Oculus Rift, offre ai giocatori di giocare come diverse classi di maghi e competere usando incantesimi ed evocazioni all'interno della realtà virtuale. Per lanciare incantesimi, l'utente deve impugnare i controller Oculus Touch ed eseguire vari gesti. Allo stesso tempo dinamico, intuitivo e competitivo, il titolo si presta particolarmente bene agli eSports. Senza rivelare il numero di giocatori, Oculus dichiara inoltre che si tratta di uno dei giochi più apprezzati nello store. È già stata formata una grande comunità di giocatori esperti. Il coinvolgimento di queste grandi aziende tecnologiche nell'organizzazione dei tornei sembra segnare l'alba dell'era dell'eSport VR.

eSport VR: chi sono i principali attori del mercato oggi?

Sliver.tv

Sliver.tv è il creatore di un'applicazione per la visualizzazione di video a 360 gradi utilizzando un auricolare per realtà virtuale. L'azienda è specializzata nella trasmissione in diretta di competizioni eSport. Attualmente, Sliver.tv offre solo trasmissioni di giochi di eSport tradizionali, come League of Legends, DOTA o CS: GO. Tuttavia, nel prossimo futuro, questa azienda intende affermarsi come la principale emittente delle competizioni eSport VR.

Intel

In Nell'ambito del torneo eSport Intel Extreme Masters (IEM) 12, Intel ed ESL hanno collaborato con Sliver.tv per trasmettere l'evento in realtà virtuale. L'obiettivo è ovviamente quello di rendere gli eventi di eSport più coinvolgenti per gli spettatori. Tuttavia, queste tre aziende stanno guardando molto più in là nel futuro dell'eSport VR e intendono sfruttare tutte le possibilità offerte da questa tecnologia.

Durante l'evento, Intel ha presentato diverse demo di giochi eSport VR, incluso un gioco chiamato Hyper Arena, sviluppato dalla HyperVR polacca. Questo gioco per HTC VIVE è ispirato a Tron e offre ai giocatori la possibilità di competere in duelli. Lo studio prevede di aggiungere più livelli, oltre a diverse armi. Il gioco è previsto per il rilascio nel 2018 e consentirà ai giocatori di competere in 2 contro 2. A lungo termine, lo sviluppatore intende consentire ai giocatori di competere in 5 contro 5, un formato ottimale per le squadre di eSports. Il gioco è progettato per consentire agli spettatori di sedersi e guardare la competizione all'interno di un'arena virtuale.

Virtuix

sotto la CES 2016, Virtuix ha organizzato un torneo di eSport VR. L'azienda ha collegato quattro cuffie HTC VIVE ai famosi tapis roulant multidirezionali Virtuix Omni. I visitatori possono armarsi di un fucile replica e competere nell'arena virtuale di un FPS VR chiamato Omni Arena. Secondo Jan Goetgeluk, CEO di Virtuix, la realtà virtuale incoraggerà i giocatori ad alzarsi dalle loro sedie, aggiungendo così una dimensione fisica agli eSports. Pertanto, le gare di videogiochi saranno più spettacolari per gli spettatori e più emozionanti per i giocatori. Ad esempio, nel caso del Virtuix Omni, più velocemente il giocatore corre sul tappeto, più velocemente corre nel gioco.

Durante i primi due giorni del CES, oltre 100 giocatori lanciati in sessioni di 30 minuti. Virtuix ha offerto due sessioni di gioco individuali, consentendo a più giocatori di partecipare alla competizione. Secondo Goetgeluk, avere un Omni è essenziale per godere appieno di FPS VR. In caso contrario, problemi di sicurezza, limitazioni di spazio e il rischio di cinetosi possono rovinare l'esperienza. Virtuix intende esplorare come può collaborare con leghe di eSport affermate come ESL, Major League Gaming ed ESWC.

Valvola

Valve, il creatore del sistema operativo SteamVR per HTC VIVE, è anche lo sviluppatore di due dei giochi di eSport più popolari oggi: Counter-Strike: Global Offensive e Dota 2. L'azienda è consapevole del potenziale di eSport VR. Guardare qualcuno giocare in VR è divertente, dice, perché le persone si muovono fisicamente e gli spettatori possono capire quali sono i loro movimenti nel mondo reale nel gioco. Sebbene nessun gioco di eSports sia attualmente disponibile su Vive, gli sviluppatori prevedono di esplorare questa strada in futuro. I giochi appositamente progettati per eSport VR emergeranno, una volta che i creatori di contenuti capiranno come domare questa nuova tecnologia.



Aggiungi un commento di eSport VR - Come la realtà virtuale sta trasformando gli eSport
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.