Gioco di ruolo cartaceo e realtà aumentata: un futuro possibile

Chi sono io
Tere Vida Mombiela
@terevidamombiela
Autore e riferimenti

sommario

  • I vantaggi della realtà aumentata per i giochi di ruolo

Per chi non lo sapesse, il gioco di ruolo cartaceo è una forma di gioco da tavolo che lo fa limita solo l'immaginazione dei giocatori. Esistono due tipi di partecipanti: il game master o GM e i giocatori. Il GM racconterà la storia, descrivere le persone, i luoghi, gli obiettivi e i giocatori saranno i principali protagonisti che andranno avanti e che insieme (o no), proverà a progredire. Non c'è fine, solo trame o campagne che scorrono finché i giocatori vogliono. È una grande avventura governata dalle condizioni di un libro di regole che il maestro del gioco deve conoscere. Contiene tutte le attrezzature, le razze, le abilità e le condizioni per risolvere varie situazioni.



Wikipedia.

I vantaggi della realtà aumentata per i giochi di ruolo

Con un numero colossale di regole, schede dei personaggi, dadi e talvolta risoluzioni di situazioni complesse, il gioco di ruolo è un hobby appassionato che può rivelarsi complesso all'inizio, persino confuso. Con la realtà aumentata diventerebbe possibile affidare alcune delle regole più ridondanti, ad esempio, agli occhiali per realtà aumentata che potrebbe mostrare davanti al giocatore la sua scheda del personaggio completamente virtuale con il suo equipaggiamento, i suoi oggetti, le sue statistiche. Sarebbe possibile prendere gli oggetti per avere maggiori dettagli su di essi, proprio come faresti in un videogioco.

Quando menzioniamo questa idea a Nathan Stewart, regista del famoso franchise di Dungeons and Dragons, sembra molto entusiasta e spiega che vede nuove possibilità nella realtà aumentata. Confronta la tecnologia con le possibilità offerte da software e siti come Roll 20. Roll 20 è un sito Web che consente agli utenti di esercitarsi con la carta da gioco in remoto dal proprio computer. Il sito simula un tavolo da gioco e tutti i giocatori si incontrano a voce, a volte con la loro webcam, e giocano insieme da remoto. Diventa quindi possibile trasmettere le informazioni in modo discreto a un giocatore, fornirgli una lettera, ad esempio, senza avvisare gli altri. Strumenti molto pratici, riservati al GM. Il computer che si occupa di risolvere alcune preoccupazioni.




Con la realtà aumentata, sarebbe quindi possibile trasporre le qualità di Roll 20 attorno allo stesso tavolo. Alleato tradizionale e moderno. Qualcosa che lasci sognare i giocatori e in qualche tempo, perché no, l'uso di ologrammi per giocare a distanza come proposto da Magic Leap.


Ad ogni modo, non vediamo l'ora di vedere come si evolverà il gioco di ruolo con queste nuove tecnologie, sperando che i marchi potenti apprezzino Wizards of the Coast (Dungeons and Dragons) si impegnerà in questa direzione.



Aggiungi un commento di Gioco di ruolo cartaceo e realtà aumentata: un futuro possibile
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.