Il giudice di Meta Company vieta la vendita di cuffie per realtà aumentata Meta 2

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • Un risultato atteso per Meta Company

Si sospetta da tempo, ma la Meta Company è bandita dalla vendita a causa di un problema di brevetto e copyright. Piccolo promemoria.

Martedì la giustizia ha quindi deciso di concedere a divieto permanente di vendita per l'azienda produttrice del Meta 2. Una decisione che prende di mira in particolare il suo fondatore, Meron Gribetz.

Un risultato atteso per Meta Company

Era la società Genedics che aveva guidato l'accusa contro Meta Company e sembrava essere in condizioni terribili da gennaio, quando si è saputo che era già sul punto di chiudere e di doverla vendere, di sua proprietà. Tuttavia, Di fronte all'incapacità della società di rispondere legalmente, il giudice si è finalmente pronunciato a favore di Genedics. In concreto, l'ingiunzione vieta all'azienda di vendere l'auricolare per realtà aumentata Meta 2 in nome della violazione di diversi brevetti e quindi della proprietà intellettuale di Genedics.



Ciò vieta la progettazione, l'importazione, l'offerta in vendita, la vendita o l'uso, negli Stati Uniti e altrove, di sistemi relativi ai caschi Meta 1 o Meta 2.. Di fronte all'impossibilità di pagare denunciata da Meta Company e al suo rifiuto di assumere un avvocato, anche il giudice ha chiuso il caso su questo punto. Resta da vedere come il nuovo titolare, Meta View, potrà utilizzare la tecnologia dell'azienda senza avvalersi dei vari brevetti che in questo caso sono stati problematici. Buone notizie, tuttavia, i possessori di un casco Meta 2 possono ancora beneficiare del supporto tecnico.





Aggiungi un commento di Il giudice di Meta Company vieta la vendita di cuffie per realtà aumentata Meta 2
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.