Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID

Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID

sommario

The Void è il primo parco a tema dedicato alla realtà virtuale. Torniamo con il suo PR manager sul successo e sulle specificità di questo luogo originale.

Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID

Il VOID è semplicemente il primo parco divertimenti in realtà virtuale al mondo. Dopo avervi parlato brevemente di questo nuovo tipo di luogo in un precedente articolo, abbiamo deciso di organizzare un'intervista per saperne di più. Così abbiamo parlato con Whitney Thomas, PR manager di questa azienda rivoluzionaria, vero standard della realtà virtuale e delle sue possibilità.



Intervista a Whitney Thomas, PR di The Void

Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID

Buongiorno. Puoi parlarci un po 'dei creatori del progetto? Come si sono conosciuti? Cosa stavano facendo prima di aprire The VOID?
L'idea di questo parco divertimenti viene da Ken Bretschneider. Imprenditore esperto, amava le esperienze immersive e interattive, in particolare le attrazioni infestate. È cresciuto in Ontario, Canada, un piccolo villaggio di pescatori. Già nel 2008 stava accogliendo in casa sua un'esperienza horror, certamente umile, ma visitata dalla maggior parte degli abitanti. Dopo questo successo inaspettato, ha in programma di aprire un parco di divertimenti con il nome di Evermore. Ha quindi unito le forze con Curtis Hickman e James Jensen. Insieme, decidono di rinominare il progetto e dargli una direzione completamente nuova. È così che è nato nel 2016 The VOID, il parco a tema in realtà virtuale.

Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID

Perché hai scelto di aprire un parco divertimenti basato sulla tecnologia della realtà virtuale?
I nostri fondatori volevano offrire al pubblico molto più di un'esperienza divertente. Volevano offrire loro l'immersione più totale. Cosa potrebbe esserci di meglio della realtà virtuale per offrire questo tipo di esperienza. Si trattava quindi di utilizzare la realtà virtuale e le tecnologie ad essa complementari per proiettare i clienti in nuovi mondi, per un'esperienza indimenticabile.



In che modo The Void è diverso dalle sale giochi VR, ad esempio da CTRL V? Recentemente abbiamo tenuto un'intervista con il creatore di questa particolare sala giochi. Ci ha detto che non eri in competizione diretta. Sei d'accordo ?
In effetti, non vediamo CTRL V come un concorrente diretto, poiché sembra essere più un arcade che utilizza l'HTC Vive per facilitare le esperienze VR. Quello che offriamo è diverso. Ci piace credere che The VOID crei esperienze di iper-realtà. Utilizzando l'attrezzatura RAPTURE e installando effetti fisici nei nostri locali, i nostri clienti beneficiano di un'immersione totale in nuovi mondi.


Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID

Che altra attrezzatura usi?
Un giubbotto tattile e una pistola Mark IV.

In che modo il pubblico ha ricevuto le tue esperienze finora, a parte Aaron Paul (Jessie Pinkman in Breaking Bad) che abbiamo trovato abbastanza impressionato?
Il feedback è stato molto positivo. Puoi dare un'occhiata a questi video in cui i nostri clienti reagiscono alle esperienze che offriamo.

Per quanto riguarda il tuo fatturato, sei arrivato a un punto in cui guadagni o stai ancora ripagando i tuoi investimenti?
Siamo una società privata che continua a raccogliere fondi. Finora abbiamo venduto oltre 15 biglietti a New York.


Cosa ne pensate del futuro della realtà virtuale? È un gadget o una vera rivoluzione per la società come la conosciamo?
Crediamo che il futuro della realtà virtuale sia luminoso. Questa tecnologia cambierà il modo in cui facciamo molte cose e siamo entusiasti di far parte di questa trasformazione, prima nel regno dell'intrattenimento ma anche più in generale.

Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID



Aggiungi un commento di Intervista - Whitney Thomas, Responsabile RP chez The VOID
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.