La realtà virtuale interpreta gli allenatori sportivi nei campus americani

Chi sono io
Alejandro Crespo Martínez
@alejandrocrespomartinez
Autore e riferimenti

sommario

  • Reclutamento e formazione immersiva tramite VR nei campus americani
  • Una soluzione per aiutare i giocatori infortunati a continuare a progredire

Il basket, il football americano… molto spesso negli USA, lo sport universitario nei campus costituisce l'anticamera dei campionati professionistici. Molti studenti ricevono quindi borse di studio per venire a studiare. Una fermentazione di denaro che si fa sentire attraverso le installazioni. In alcune università, potrebbero rendere verdi i club della Ligue 1 europea. Quindi è quasi logico che la realtà virtuale vi irrompa come fa nel campus dell'Università dell'Iowa..



Reclutamento e formazione immersiva tramite VR nei campus americani

Il primo passo più importante nello sport universitario negli Stati Uniti si verifica durante il reclutamento. Riuscire a convincere una potenziale pepita a venire in un'università può essere complesso. Il campus dell'Università dell'Iowa ha quindi deciso di scommettere sulla realtà virtuale. Come può essere d'aiuto? È semplice. Una stanza di 9 m² con 24 proiettori di immagini. Posiziona l'obiettivo del tuo reclutamento al centro. Si è poi ritrovato immerso nell'atmosfera di una partita casalinga contro la squadra rivale. Cheerleaders, musica, urla sugli spalti ... È tutto lì! "  Ha detto James Oliver, capo del Virtual Reality Applications Center (VRAC) presso l'Università dell'Iowa.

Il secondo vantaggio della realtà virtuale è la formazione. Con un visore VR, gli atleti possono allenarsi in condizioni simili. Po un sostituto, permette anche di assimilare le diverse strategie della squadra ed essere così pronto al 100% quando si entra in campo anche se è la prima volta in questa stagione.


Una soluzione per aiutare i giocatori infortunati a continuare a progredire

Infine, il terzo interesse della realtà virtuale secondo i funzionari dell'Università dell'Iowa riguarda i giocatori infortunati. In uno sport fisico e virile come il football americano dove gli shock a volte sono molto violenti, gli infortuni possono essere frequenti. Tuttavia, se un giocatore è infortunato, viene relegato a bordo campo o in infermeria. Due situazioni in cui il suo gioco può diventare brusco. Grazie alla realtà virtuale potrà infatti continuare ad allenarsi, ripetere gli stessi movimenti ed essere pronto a giocare quando verrà il momento, quando la sua riabilitazione sarà terminata.. Il sito EdTech fornisce l'esempio di Philip Walker, un quarterback che è stato in grado di allenarsi in VR ed è stato MVP al suo ritorno.



Secondo l'allenatore della squadra, La realtà virtuale allenerebbe anche un muscolo troppo spesso ignorato. "" Matt Rhule sottolinea in un'intervista con Fox Sport. Resta da vedere quando anche i club francesi potranno vedere l'interesse per la realtà virtuale!



Aggiungi un commento di La realtà virtuale interpreta gli allenatori sportivi nei campus americani
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.