Le cuffie VR saranno presto in grado di creare odori con l'elettricità

Le cuffie VR saranno presto in grado di creare odori con l'elettricità

sommario

La la realtà virtuale è ingannare i sensi, per convincere il cervello che questo è il mondo reale. Tuttavia, attualmente, le cuffie VR disponibili sul mercato stimolano semplicemente la vista, l'udito e, in misura minore, il tatto. L'illusione è quindi ancora lontana dall'essere perfetta.


La stimolazione dell'olfatto e del gusto nella realtà virtuale è quindi il passo successivo. Diverse aziende e ricercatori hanno già iniziato a esplorare queste strade. È il caso del sito pornografico CamSoda con la sua maschera OhRoma che simula gli odori corporei, dell'accessorio Vaqso destinato a vari visori VR, o ancora dell'auricolare Pimax 8K per il quale è in fase di sviluppo un'estensione per la simulazione degli odori.


Tuttavia, tutte queste soluzioni si basano sullo stesso principio. Riguarda inserire le cartucce chimiche negli accessori che colleghi a un computer o uno smartphone. Sono comandi che attivano poi i rilassi di queste sostanze che poi si mescolano per produrre un odore.

Il ricercatore Kasun Karunanayaka dell'Imagineering Institute of Malaysia, nel frattempo, vuole creare un sistema che consenta generare odori solo con l'elettricità. La sua idea è quella di stimolare elettricamente le cellule legate alla percezione degli odori per inviare informazioni direttamente al cervello.

Insieme al suo team di ricercatori, Karunanayak ha condotto un esperimento a cui hanno partecipato 31 volontari. Ognuno di loro doveva farlo infilare un cavo flessibile attraverso il naso. Questo cavo è stato collegato a una piccola telecamera e elettrodi d'argento. La telecamera ha permesso ai ricercatori di navigare nel passaggio nasale in modo da portare gli elettrodi a contatto con le cellule dell'epitelio olfattivo, situate a circa 7 centimetri di profondità nelle narici.



Sono queste cellule che trasmettono le informazioni dal nervo olfattivo al cervello. Di solito sono stimolati da sostanze chimiche che si attaccano ai recettori, ma il team di ricercatori li ha attivati. utilizzando una corrente elettrica. Hanno sperimentato diverse quantità e frequenze di corrente per trovare il modo migliore per produrre sensazioni olfattive.

Gli auricolari VR saranno in grado di stimolare le cellule olfattive grazie a un piccolo cavo inserito nel naso

La maggior parte dei volontari percepiva profumi o odori chimici, a seconda delle loro descrizioni. Alcuni hanno anche percepito sentori fruttati, dolci, menta tostata o legnosi. Questo è stato un primo esperimento e il passo successivo sarà verificare se determinati parametri di stimolazione sono collegati in modo stabile a determinati odori specifici. Potrebbero esserci anche differenze legate all'età, al sesso o alla morfologia.

In ogni caso, la sfida principale è trovare un modo per produrre questi aromi artificiali senza dover infilare un tubetto nel naso degli utenti. Perché, l'esperienza è stata molto spiacevole per la maggior parte dei volontari e la maggior parte di loro ha rinunciato dopo un solo tentativo.

Le alternative considerate sarebbero un tubo più piccolo e più flessibile, o stimolazione diretta del cervello senza passare attraverso le cellule olfattive del naso. L'attività cerebrale dei partecipanti verrà quindi scansionata per confrontare la loro reazione agli odori artificiali con la loro reazione agli odori reali come quello di una rosa. Se le stesse aree del cervello reagiscono a questi due tipi di stimolazione, saranno queste aree che saranno prese di mira dalla ricerca futura.


Questa tecnologia potrebbe essere utilizzata per le cuffie VR del futuro, al fine di respirare gli odori nel mondo virtuale. Potrebbe anche essere usato per trattare le persone con disturbi dell'odore. Tuttavia, il vero obiettivo di Kasun Karunanayaka è quello di creare un "Internet multisensoriale" per mezzo del quale sarebbe possibile scambiarsi stimoli di tutti i sensi mentre oggi ci scambiamo messaggi di testo. In precedenza, in esperimenti precedenti, i ricercatori erano anche riusciti a inviare ai polli abbracci a distanza, gusti elettrici o baci digitali.




Aggiungi un commento di Le cuffie VR saranno presto in grado di creare odori con l'elettricità
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.

End of content

No more pages to load