Mario e Zelda in VR su Nintendo Switch: una grande delusione

Chi sono io
Alejandro Crespo Martínez
@alejandrocrespomartinez
Autore e riferimenti

sommario

  • Mario e Zelda VR: Nintendo Switch troppo limitato per la realtà virtuale?

Dopo un aggiornamento gratuito, i giochi Zelda Breath of the Wild e Super Mario Odyssey per Nintendo Switch sono ora compatibili con le cuffie per realtà virtuale VR Labo Kit. Sfortunatamente, sebbene queste modalità VR fossero molto attese dai fan, dobbiamo ammetterlo l'esperienza proposta è in definitiva deludente.

Cominciamo con Modalità VR di Mario Odyssey, che si compone di tre nuovi livelli creati appositamente per la realtà virtuale. In questo esperimento, Mario deve raccogliere strumenti musicali per consentire ai personaggi di dare un concerto.



All'interno di questi livelli, la prospettiva è fissata al centro del Regno come se il giocatore fosse una telecamera di sorveglianza. In effetti, Mario si muove intorno a questa telecamera ed è generalmente lontano da essa. Questo influenza fortemente il gameplay e la leggibilità del gioco.

Inoltre, la "ricerca" per riunire gli strumenti ci vorranno solo pochi minuti. Il gioco non è né spettacolare né particolarmente divertente ed è un peccato che un personaggio così mitico come Mario perda il suo ingresso nella realtà virtuale.

Mario e Zelda VR: Nintendo Switch troppo limitato per la realtà virtuale?

Da parte sua, Breath of the Wild è completamente adattato in VR. Basta attivare l'opzione dal menu per passare alla realtà virtuale. Tuttavia, non ha senso attivare questa modalità.

Per impostazione predefinita, non è nemmeno possibile girare la testa per osservare l'ambiente circostante. È possibile attivare questa opzione, ma la fotocamera rimarrà in orbita attorno a Link. Esegue quindi gli stessi movimenti del gioco base e questi movimenti difficilmente si adattano alla realtà virtuale. La sensazione di immersione è notevolmente ridotta e va notato che l'esperienza può facilmente causare nausea.



In generale, ci rendiamo conto che Nintendo Switch è troppo limitato per la realtà virtuale. Il La definizione dello schermo a 720p è troppo bassa, ed è per questo che la grafica è granulosa. Nota che gli screenshot presentati in questo articolo sono più dettagliati di quello che vedrai effettivamente attraverso l'auricolare VR Labo Kit.

De plus, questo casco non è in grado di seguire la posizione del giocatore così come dispositivi come Oculus Rift o persino PSVR. Anche in questo caso, la sensazione di immersione è notevolmente limitata.


Come fan di Nintendo, avremmo voluto dirvi che Zelda e Mario in VR sono un vero trionfo e non dovrebbero essere persi. Sfortunatamente, chiaramente non è così. Spero solo che Big N impari da questo insensato fallimento e usalo per portarci giochi di realtà virtuale migliori in futuro ...


Tuttavia, va notato che la preoccupazione proviene più dalle modalità VR di Mario e Zelda che dal Lab VR Kit. Durante il nostro test del visore VR in cartone per Nintendo Switch, siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle diverse esperienze offerte. Tuttavia, I giochi Mario Odyssey e Zelda Breath of the Wild semplicemente non sono adatti alla realtà virtuale.



Aggiungi un commento di Mario e Zelda in VR su Nintendo Switch: una grande delusione
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.