Netflix - Il CEO Reed Hastings non vuole investire in VR

Netflix - Il CEO Reed Hastings non vuole investire in VR

sommario

Sebbene l'app Netflix VR sia già disponibile, Reed Hastings sembra invertire la sua posizione dicendo che non vuole investire in VR. Scelta piuttosto sorprendente a prima vista quando sappiamo che l'applicazione ha sempre voluto dimostrare la sua superiorità rispetto alla concorrenza offrendo la massima compatibilità con tutti i dispositivi: PC, smartphone, tablet, PS4 ... Le scelte sono numerose e la VR sembrava essere la evoluzione naturale da intraprendere per l'azienda americana. Là o studi simili Canal + ha già fatto il grande passo.



Netflix - Il CEO Reed Hastings non vuole investire in VR

Le persone non sono pronte

La realtà virtuale sarà un grande passo avanti per i videogiochi, dice, ma non ancora per il resto dell'industria cinematografica. Il 2016 segna l'anno del lancio degli auricolari, ma sono ancora troppo poche le famiglie equipaggiate e gli attuali dispositivi sono sufficientemente numerosi per il momento.

I clienti non vogliono necessariamente un'esperienza così “faticosa” e poco adatto al comfort familiare, gli spettatori vogliono poter guardare i contenuti in pace e non essere stanchi dopo 20 minuti di visione girando la testa in tutte le direzioni per seguire l'azione.


Una scelta rischiosa per Netflix

L'approccio adottato da Reed Hastings è pericoloso. Oggi ai vertici di VOD, potrebbe essere nel tuo interesse non essere lasciato indietro la concorrenza che crede fortemente nel potere della VR. È una scelta rischiosa da parte sua, ma è anche lo stesso tipo di scelta che lo ha portato dove si trova ora. Solo il tempo dirà se aveva ragione!


 



Aggiungi un commento di Netflix - Il CEO Reed Hastings non vuole investire in VR
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.

End of content

No more pages to load