Nintendo Switch: un supporto VR considerato da Nintendo

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • Nel 2015, Nintendo non credeva nella realtà virtuale
  • Il Rift e il Vive hanno convinto i giapponesi
  • Un visore VR mobile simile a Gear VR per Switch

Secondo Kimishima, Nintendo sta studiando attentamente la possibilità di offrire la realtà virtuale per Switch, la nuova console ibrida portatile / soggiorno del produttore. Se l'azienda riesce a creare un sistema VR abbastanza comodo da poter giocare per ore, arriverà sul mercato senza esitazione.



Nel 2015, Nintendo non credeva nella realtà virtuale

Tuttavia, fino a poco tempo fa, Nintendo non sembrava davvero convinta del potenziale della realtà virtuale. Nel 2015, nell'ambito dell'E3 di Los Angeles, il presidente di Nintendo America e COO Reggie Fils-Aime ha fortemente criticato questa tecnologia. Il dirigente ha ricordato che Nintendo ha sperimentato con la realtà virtuale per anni molto lunghi. Il L'azienda giapponese è stata infatti la prima azienda a offrire un auricolare VR, il famoso Virtual Boy, un auricolare il cui carattere innovativo è stato impressionante quanto il fallimento commerciale che ne ha segnato il destino.

Questo fallimento è sicuramente il motivo per cui Reggie Fils-Aime ritiene che la realtà virtuale non sia né abbastanza divertente né abbastanza sociale da attrarre il grande pubblico. Ai suoi occhi, questa è solo un'impresa tecnologica.

Il Rift e il Vive hanno convinto i giapponesi

Tuttavia, questa affermazione è stata fatta nove mesi prima dell'arrivo di visori VR di fascia alta come Oculus Rift e HTC Vive. Nel febbraio 2016, Nintendo sembrava già meno riluttante a lanciarsi nella realtà virtuale. Quando si annunciano i risultati finanziari, Kimishima ha definito la realtà virtuale una "tecnologia interessante" e ha annunciato che l'azienda sta conducendo ricerche in questo settore.. Tuttavia, Nintendo non ha attualmente in programma di lanciare un prodotto VR specifico.



È stato lo scorso ottobre che la società ha presentato Switch. XNUMX mesi dopo, l'Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha presentato una serie di brevetti che dimostrano i potenziali usi dello Switch. Uno di questi brevetti ha presentato in particolare un dispositivo di realtà virtuale.

Un visore VR mobile simile a Gear VR per Switch

Secondo questo brevetto, il dispositivo funzionerebbe come un auricolare VR mobile come il Samsung Gear VR o il Google Daydream View. Il la console sarebbe scivolata in uno slot previsto a tale scopo per fungere da schermo e fornire le risorse del computer necessarie. L'utente vedrebbe lo schermo attraverso lenti per aumentare il campo visivo e l'immersione.


La Switch dispone di accelerometri e giroscopi a bordo e questi sensori potrebbero essere utilizzati per calcolare la posizione e i movimenti della testa dell'utente.. Inoltre, i controller Joy-Con possono essere utilizzati in modalità wireless e sarebbero quindi adatti a tale utilizzo.


Considerando le caratteristiche tecniche relativamente deboli di Switch, un dispositivo del genere sembra essere l'unica soluzione possibile per offrire VR. ricordiamolo la console dispone di un processore mobile Nvidia Tegra personalizzato. In effetti, non sarebbe in grado di alimentare un auricolare indipendente come PlayStation VR.



Aggiungi un commento di Nintendo Switch: un supporto VR considerato da Nintendo
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.