Nokia Ozo - Deluso dalla realtà virtuale, Nokia abbandona la sua fotocamera 360

Chi sono io
Michael Naimark
@michaelnaimark
Autore e riferimenti

sommario

  • Nokia Ozo: la realtà virtuale non è riuscita a rivoluzionare il cinema
  • Nokia Ozo: Nokia preferisce concentrarsi sulla salute digitale

Nel 2015, Nokia ha creato una sorpresa annunciando la fotocamera Ozo. Questa fotocamera a 360 gradi è stata progettata per consentire ai professionisti di girare video a 360 gradi di alta qualità. Commercializzato per $ 60, prima di scendere a $ 000, il dispositivo sembrava destinato a registi ambiziosi e visionari che desideravano creare film in realtà virtuale. All'epoca, come molte aziende e privati, Nokia era convinta che la realtà virtuale fosse il futuro del cinema.



Nokia Ozo: la realtà virtuale non è riuscita a rivoluzionare il cinema

Deux ans plus tard, è chiaro che la realtà virtuale non è la rivoluzione annunciata. Nel campo del cinema, in particolare, la realtà virtuale ha avuto l'effetto di un petardo bagnato. I film VR possono essere contati sulle dita di una mano e pochi rinomati produttori o registi hanno annunciato la loro intenzione di entrare in questo campo. Recentemente, James Cameron ha detto di essere interessato alla realtà virtuale, ma troppo impegnato con i sequel di Avatar per intraprendere un progetto basato su questa tecnologia.

Questa dichiarazione riflette lo stato attuale delle cose. Nonostante il potenziale rivoluzionario dei film in realtà virtuale, i grandi produttori non vogliono correre il rischio di creare blockbuster in VRe i produttori indipendenti semplicemente non possono permettersi di iniziare. Di conseguenza, il serpente si morde la coda e l'industria cinematografica VR non può decollare. Nel maggio 2017, Oculus ha preferito chiudere il suo studio di produzione Oculus Story Studio.

Nokia Ozo: Nokia preferisce concentrarsi sulla salute digitale


Di fronte a questa amara osservazione, Nokia ha deciso semplicemente di abbandonare la fotocamera Nokia Ozo. A seguito di questa decisione, 310 persone saranno licenziate da Nokia Technology, quasi un terzo dei 1090 dipendenti di questa divisione. Il finlandese ora vuole puntare sul settore della sanità digitale, e in particolare sui prodotti dell'azienda francese Withings, che ha acquistato nel 2016.


Secondo Gregory Lee, presidente di Nokia Technologies, l'azienda è in una buona posizione per affermarsi tra i leader del settore della salute digitale e deve cogliere imperativamente questa opportunità concentrando i suoi sforzi e i suoi investimenti. Non si sa quante fotocamere Nokia Ozo siano state vendute, ma è improbabile che Nokia abbia venduto pallet di qualsiasi tipo, soprattutto con un prezzo così alto. Nonostante abbia abbandonato il progetto, Nokia afferma che continuerà a supportare gli utenti esistenti della sua fotocamera professionale a 360 gradi.



Aggiornamento 13/10/2017: Nokia specifica che questa notizia non avrà alcun impatto sull'evoluzione dell'ecosistema OZO Reality. Molti aggiornamenti sono già previsti per Ozo e Ozo Live, inclusa una definizione di 4K per occhio. Viene mantenuto anche il supporto tecnico.



Aggiungi un commento di Nokia Ozo - Deluso dalla realtà virtuale, Nokia abbandona la sua fotocamera 360
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.