Oculus Go: recensione completa del nuovo visore VR stand-alone

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • Unboxing: l'ambientazione che merita la futura corona della realtà virtuale?
  • Design ed ergonomia dell'Oculus Go: un prodotto molto carino di Xiaomi
    • Casco:
    • La manette :
  • Qualità grafica e immersione
  • Oculus Go: l'estensione del tuo Facebook tramite Oculus Room
  • La promessa di 1000 applicazioni
  • Contro la concorrenza:
  • L'Oculus Go ha preparato l'arrivo di Quest
  • L'Oculus Go è un vero successo commerciale
  • TPCast offre una soluzione di streaming wireless
  • Controller 6DoF per Oculus Go
  • verdetto:
    • Punti positivi
    • Punti negativi
  • Quali alternative all'Oculus Go?
  • Oculus Go vs Oculus Quest 2: confronto con il nuovo visore VR di Facebook
  • Nota finale
  • Cognome: Oculus Go
  • Marca: Oculus
  • categoria: Auricolare VR autonomo
  • login: Wi-Fi. Funziona in modalità wireless, senza smartphone e senza computer (richiede l'attivazione di uno smartphone)
  • Compatibilità: Android, iOS
  • risoluzione : 538ppi; 2560 x 1440
  • Occhio a Prix versione 32GB à 219€/ versione 64GB à 269€
  • Disponibilità Oculus Go: Disponibile
  • Autonomia : due ore per i videogiochi, due ore e mezza per i video a 360 °
  • Tempo di ricarica: 3 ore
  • Microfono: inclusione
  • Suo : Funziona senza auricolare. Una presa jack è integrata.
  • Dimension: 190 mm x 105 x 115 mm
  • Peso: 467 g
  • processore: Piattaforma VR mobile Qualcomm Snapdragon 821

Realta virtuale wireless, senza smartphone e senza PC. Belle promesse allettanti che ci penzolavano"L'occhio va dal suo annuncio. L'Oculus Go e ilHTC Vive Focus Per molti, la campana a morto per le cuffie VR da collegare a un computer molto costoso. È arrivato il momento della VR democratizzata, in cui ogni famiglia ha il suo visore per realtà virtuale? Risposte in questo test.





Unboxing: l'ambientazione che merita la futura corona della realtà virtuale?

La confezione di Oculus Go ricorda direttamente quelle Prodotti Apple. Una scatola bianca con il prodotto evidenziato in grande sulla faccia principale. Notiamo in piccolo a destra la menzione “di Facebook”.

Devi solo sollevare la scatola per vedere apparire il casco. Viene semplicemente posizionato su una base con il controller e una piccola scatola nera in cui sono le istruzioni e gli accessori. È raro tenere la confezione degli oggetti che acquistiamo, ma qui il cartone funge da espositore e da base per ilOculus Go.

Come con Oculus Rift, il controller funziona con una batteria fornita dal produttore. Una scelta facilmente scusabile per il Rift che è destinato ad essere utilizzato a casa. Ma difficile da capire per Oculus Go, che come suggerisce il nome è destinato all'uso mobile. Oculus ci ha spiegato di non poter comunicare sulla possibile futura release di un controller della batteria. Per quanto riguarda i consigli d'uso si può leggere rapidamente a “Non consigliato per bambini sotto i 13 anni“, Oltre al manuale del produttore. Nota la presenza un accessorio in lattice da inserire all'interno del casco per i portatori di occhiali. L'Oculus Go può essere ricaricato molto semplicemente tramite un cavo mini USB fornito da Facebook.

Design ed ergonomia dell'Oculus Go: un prodotto molto carino di Xiaomi

Casco:

oui, l'Oculus Go è bellissimo. Con i suoi colori argentei e grigi, vedendolo per la prima volta si potrebbe pensare che sia un prodotto del famoso marchio di mele. Le finiture sono molto corrette e il casco non è pesante. Appena 467 g. Che è molto bello quando viene messo in testa. Durante il gioco, dimentichiamo rapidamente che quasi mezzo chilo pesa sulla sommità del nostro cranio. Un dettaglio, tuttavia, ha attirato la nostra attenzione. L'auricolare è firmato MI per Xiaomi. Facebook ha infatti siglato una partnership con il brand cinese per quanto riguarda la produzione dei suoi caschi. VR autonomo.



Gli attacchi in tessuto sono molto confortevoli e sono molto facili da regolare, anche se è meglio chiedere aiuto per stringere le cinghie quando si usa per la prima volta. Tuttavia, sui capelli lunghi, le cinghie posteriori non catturano i capelli. Questo ha l'effetto di far scorrere l'Oculus Go verso la parte anteriore della testa.

A differenza dell'elmo della spaccatura che ti fa sudare molto velocemente, quello del Go lo è interamente in tessuto. Che è già più piacevole. E poi permette limitare la sudorazione. Il casco ha tre pulsanti situati sopra. Uno per accenderlo e spegnerlo. Altri due per aumentare o diminuire il volume. Sebbene sia preferibile indossare le cuffie oltre all'Oculus Go, non è necessario. Il casco è dotato di altoparlanti.

Il suono esce da due tacche discretamente posizionate all'interno. Fai attenzione, se non vuoi distinguerti, usare gli altoparlanti è davvero una pessima idea. Tutti sentiranno cosa stai facendo. Il suono non è affatto isolato all'interno del casco. Fortunatamente, un jack è integrato e consente di collegare cuffie o auricolari.

La manette :

Interamente grigio, nelle stesse tonalità del casco, è molto piacevole da tenere in mano. È composto da un file touchpad molto pratico per scorrere i menu. È importante prenderlo in mano prima di mettere il casco in testa. Una volta immerso nella realtà virtuale ti sarà difficile trovarla senza sbattere contro i tuoi mobili.


Sul retro un grilletto consente di fare clic sui menu o di sparare in FPS. I pulsanti sulla parte anteriore consentono di tornare al menu principale o di ricalibrare il controller. Sì, "Ricalibra il joystick" perché sfortunatamente è molto diverso dal Rift. È qui che troverai il punto debole del casco. Il joystick non consente al suo braccio di muoversi liberamente. Per darti un'idea, è come se fosse appeso al tuo corpo. Il che ti fa sentire come se avessi minuscole braccia di T-Rex. Peccato, il casco aveva tutto per essere perfetto. Una scelta di Oculus di cui ci rammarichiamo amaramente. Ma non essere troppo difficili. I giochi e le applicazioni testate risultano comunque molto piacevoli da utilizzare con questo accessorio.


Qualità grafica e immersione

Con i suoi schermi 538ppi; 2560 x 1440, l'auricolare è molto più coinvolgente del suo concorrente, il Gear VR. La qualità grafica è eccezionale. Al momento, il catalogo delle app non sfrutta appieno le capacità delle cuffie. Testato su molti giochi come Catan VR o Ultrawings, il risultato è sorprendente. Tuttavia, questo non sostituirà mai Oculus Rift, HTC Vive o anche un PSVR di qualità molto superiore. E questo è normale. Ricorda che questo è un casco VR autonomo a 215 euro.

Quindi no smartphone o PC costoso da collegare al dispositivo per farlo funzionare. Un ottimo prodotto per chi non può permettersi caschi di fascia alta. Ottimo anche per uso nomade nei trasporti per esempio. Tuttavia, la promessa di "senza smartphone o PC" non è pienamente rispettata. In effetti, devi collegare il tuo Oculus Go alla sua applicazione quando lo usi per la prima volta.

Si noti che il menu di Oculus GO è identico a quello del Samsung Gear VR. In effetti, l'archivio applicazioni è comune tra i due auricolari. Molto bello, ci piace accendere il nostro Oculus Go per ritrovarci in un magnifico spazio Zen degno dei più comodi lounge giapponesi. C'è tutto. Giochi d'azione, applicazioni social per incontrarsi con gli amici e meravigliosi video da guardare a 360 °.

Per quanto riguarda la batteria. Consenti due ore per i videogiochi, due ore e mezza per i video a 360 °. L'auricolare è disponibile nelle versioni da 32 e 64 GB.

Oculus Go: l'estensione del tuo Facebook tramite Oculus Room

Camera L'Eye è un'applicazione preinstallata sul tuo casco. Ti permette di incontrare i tuoi amici in uno spazio virtuale per chattare. Dopo aver scelto il tuo avatar, puoi spostarti in una lounge dove puoi giocare piccoli giochi. Dai quiz musicali ai giochi da tavolo, ce n'è per tutti i gusti. Come nella tua vera casa, puoi cambiare gli interni e mettere un po 'di musica. Collegare le persone tra loro è la missione di Facebook. Apparentemente la realtà virtuale sembra essere il nuovo campo di battaglia per il social network.

Grande delusione per quanto riguarda il trasmissione in diretta su Facebook. La qualità è scarsa. Impossibile eseguire lo streaming oltre i 360p. Forse questo verrà risolto in futuro. In ogni caso. la funzione non può essere utilizzata così com'è. Lo stesso vale per l'acquisizione di video. Non è possibile utilizzare questa funzione in nessun punto diverso dal menu.

La promessa di 1000 applicazioni

"Più di 1000 applicazioni alla sua uscita". Una promessa che Oculus ha in parte mantenuto. In effeti L'occhio di andare condivide il suo negozio con quello di Gear VR. Questo spiega la presenza del controller del Gear nella maggior parte dei giochi. Per il momento, solo una dozzina di applicazioni sono riuscite a catturare la nostra attenzione. L'Oculus Go soffre della mancanza di "buone app" e "buoni giochi". Anche se non sono costosi, pochi euro in generale, le app non sono eccezionalidivertente al massimo. Forse sarebbe più saggio aspettare un po 'prima di acquistare questo prodotto. Il tempo per il negozio di espandersi con buoni programmi.

Tuttavia, l'auricolare è fantastico quando si tratta di video 360. Il menu offre una scheda "scoperta". È una piattaforma che ti permette di scoprire video 360 ed esperienze immersive. La diversità del catalogo proposto è sbalorditiva e viene costantemente rinnovata.

Contro la concorrenza:

Oculus non è l'unico ad aver scommesso su una realtà virtuale accessibile e autonoma. HTC Vive Focus, Lenovo Mirage e Samsung Gear VR sono ottimi sfidanti contro Oculus Go. Già disponibile in Cina da dicembre 2017. Il Vive Focus doveva essere rilasciato solo in Cina, ma sembra finalmente che il produttore taiwanese abbia deciso di lanciarlo a livello internazionale nel prossimo futuro.

Lo schermo è di tipo AMOLED 3K, che offre una risoluzione di 2880 × 1600, con una frequenza di aggiornamento di Campo visivo di 75 Hz e 110 gradi. Che è molto meglio dell'Oculus Go e della sua definizione dello schermo 2560 x 1440. Per il momento, nessun annuncio ufficiale riguardo al prezzo delle versioni europee. Se fossimo al nostro prezzo entro Cina, dovrebbe costare molto di più della sua controparte in Oculus 550 euro.

Con Mirage, Lenovo compte attaccare il mercato delle cuffie VR autonome in un modo molto originale. L'auricolare funziona con Google DayDream, la piattaforma di app VR di Google e viene venduto con una fotocamera a 180 °. La fotocamera è accoppiata con i tuoi account foto YouTube e Google. Permette condividi i tuoi scatti online. Tre modalità della fotocamera sono disponibili: foto, video e trasmissione in diretta. Per quanto riguarda la distribuzione dei video, non serve il cellulare, tutto avviene direttamente tramite Wi-Fi dal dispositivo. La fotocamera è non più grande di uno smartphone e pesa 139 grammi e avverrà facilmente nella persona amata. È dotato di un Snapdragon 626 così come due fotocamere anteriori. Buone notizie, si ricarica USB Type-Ccattive notizie, ha solo due ore di durata della batteria, che è ancora decente rispetto ai suoi concorrenti. Grazie a questa fotocamera, Lenovo punta tutto l'aspetto sociale e familiare di RV. Il casco dovrebbe essere venduto al dettaglio per $ 400.

Impossibile non perdere la domanda che tutti si fanno, entra l occhio LE GEAR GO e VR, qual'è il migliore ? Beh, dipende dal tuo smartphone. Se possiedi un Samsung Galaxy S7 o di gamma superiore, ti consigliamo di prendere un Gear VR, se non di prendere un Oculus Go. Se è vero che la versione VR di Facebook è più efficiente e più elegante, costa almeno 219 euro. Mentre il Gear è spesso in vendita a 50 euro su molti siti web. Per quanto riguarda le applicazioni, sono le stesse tra le due cuffie, poiché condividono lo stesso negozio. In sintesi, l'Oculus GO è migliore, ma se hai già uno smartphone compatibile allora Gear VR, allora scegli quest'ultimo invece.

L'Oculus Go ha preparato l'arrivo di Quest

Oculus Go è il primo nato tra gli auricolari autonomi della filiale di Facebook. L'azienda ritiene inoltre che il futuro degli auricolari per realtà virtuale sia autonomo. L'Oculus Rift è quindi, senza dubbio, destinato a rimanere l'unico auricolare Oculus VR collegato a un PC. L'azienda americana si è, infatti, recentemente presentata Oculus Quest che è un mix tra l'autonomia di Go e il potere di Rift. Presentato alla conferenza Connect 5 svoltasi alla fine dello scorso settembre, Oculus Quest si preannuncia come una piccola rivoluzione. Poiché Go si rivolge maggiormente a un pubblico desideroso di scoprire il potenziale della realtà virtuale, The Quest è molto più orientato verso i giocatori e coloro che vogliono potere e interazione.

The Quest è quindi un complemento di Go e non la sua sostituzione. Verrà commercializzato nella primavera del 2019 ad un prezzo di 399 dollari, ovvero il doppio del prezzo del Go. L'Oculus Quest si differenzia in particolare per la sua potenza di calcolo ma anche e soprattutto per i suoi controller. Il futuro auricolare autonomo per realtà virtuale di Oculus ha, inoltre, un sistema integrato di tracciamento ambientale (grazie a 4 telecamere poste frontalmente) e che sostituiscono una Bilancia da camera. Molto più pratico ed efficiente di una bilancia da camera, il suo sistema di rilevamento consentirà ai giocatori di utilizzarlo in qualsiasi stanza senza dover installare sensori esterni. L'Oculus Quest utilizzerà anche il catalogo di giochi e applicazioni di Rift mentre il Go dovrà accontentarsi solo del catalogo di Gear VR.

L'Oculus Go è un vero successo commerciale

L'istituto americano di ricerche di mercato Superdata lo stima dalla sua uscita sono passati oltre un milione di cuffie Oculus Go. L'azienda specifica che più della metà delle vendite è stata effettuata negli ultimi 3 mesi. È vero che il Black Friday e gli acquisti natalizi favoriscono le massicce vendite. Questo è un po 'meno del PlayStation VR che rimane il visore per realtà virtuale più venduto oggi. L'Oculus Rift, più costoso e che richiede un computer più potente, non sarebbe passato, quando a lui solo 160.000 copie in questo stesso periodo del quarto trimestre del 2018.

Dati di vendita estremamente incoraggianti per le cuffie autonome, che dovrebbero riflettersi anche in più giochi e applicazioni future per questo visore VR. Questa è un'ottima notizia anche per gli auricolari stand-alone, che mostra come il pubblico preferisca l'autonomia alla connettività a PC ultra potenti. Questo fa ben sperare per Oculus Quest, che promette più potenza e una migliore risoluzione.

TPCast offre una soluzione di streaming wireless

Presentata al CES la start-up cinese TPCast, già nota per le sue soluzioni di VR wireless, un sistema di streaming wireless da un PC alle cuffie Oculus Go utilizzando una rete WiFi standard. Il concetto consente di eseguire applicazioni che richiedono più potenza di quella consentita dal processore interno di Oculus Go da un PC e di inviarla in streaming all'auricolare autonomo.

Le applicazioni professionali di questa soluzione sono numerose. Ll'istruzione, il settore immobiliare, l'architettura o anche la formazione industriale potrebbero trarre vantaggio da queste funzioni su un auricolare che è sia autonomo che più economico di un Oculus Rift o di un HTC Vive. Nota che questa soluzione sarà compatibile anche con Oculus Quest quando verrà rilasciata.

Controller 6DoF per Oculus Go

Al CES 2019 è stata presentata la start-up Finch Controller con 6 gradi di libertà compatibili con Oculus Go. Questi controller consentono il tracciamento su 6 assi a differenza del controller commercializzato con Oculus Go che supporta solo 3 assi. Il sistema di tracciamento è piuttosto preciso anche se possiamo rimpiangere una leggera latenza.

Questi 6 controller DoF colmano una lacuna nelle cuffie autonome. Nessuna data è stata proposta per la loro commercializzazione, tuttavia, e il giovane shooting ha indicato che preferisce concentrarsi, inizialmente, sul campo dell'istruzione e della medicina prima di una possibile commercializzazione al grande pubblico.

verdetto:

L'oculus Go è un ottimo prodotto da consigliare a tutti coloro che non possono permetterselo una versione VR più costoso. Per quasi 200 euro, Facebook è riuscita a offrire un file visore VR standalone accessibile a tutti. Attenzione, è importante dire che la qualità grafica non ha nulla a che fare con un file Oculus Rift o HTC Vive. Mai l Eye Go non sostituirà un visore VR di fascia alta. Tuttavia, è probabile che Oculus Go diventerà un must-have nel 2018 e farà per sempre il passo verso la democratizzazione della VR. A questo prezzo, nessuna scusa per non immergerti nella realtà virtuale.

Punti positivi

  • Un auricolare che funziona senza PC, smartphone o cavo
  • Un prodotto molto carino
  • Molto più comodo della maggior parte dei caschi
  • il prezzo
  • Perfetto per video a 360 °

Punti negativi

  • il tracciamento del titolare del trattamento
  • Mancanza di app interessanti

 

Quali alternative all'Oculus Go?

Sarà possibile utilizzare le cuffie normalmente fino al 2022. Ma la fine delle nuove applicazioni dopo dicembre 2020 sarà sufficiente per spingere molti utenti, soprattutto professionisti, a trovare un altro modello. Tuttavia, a chi rivolgersi?

L'alternativa più ovvia è ovviamente il fileRicerca Oculus. Tra le altre cose, offre 6 gradi di libertà (DoF) e non solo i movimenti della testa. Tuttavia, ci vuole più tempo per iniziare. Inoltre, è più costoso e un giorno dovrai utilizzare un account Facebook per sfruttarlo.

Tuttavia, poiché Oculus Go era uno dei visori VR più convenienti, sarà difficile trovare un prezzo più conveniente. Un modello abbastanza equivalente a Go sarebbe il Picco G2 4K che come questo ha solo 3 DoF. Nonostante tutto costa 349 euro, contro i 204 euro del Go.

Infine, la terza opzione sarebbe vedere oltre Oculus e entry level. Tuttavia, sarà necessario pagare il prezzo. Tra l'HTC Vive a più di 1000 euro e il Pico Neo 2 a più di 600 euro, la realtà virtuale è decisamente poco accessibile. Inoltre, dovrai imparare ad evolverti su piattaforme completamente diverse.

Non possiamo che rimpiangere questa fine di Oculus Go, anche se riusciamo a capire la strategia di Facebook.

Oculus Go vs Oculus Quest 2: confronto con il nuovo visore VR di Facebook

ilOculus Quest 2019 già segnato un balzo in avanti rispetto a Oculus Go. Questo auricolare più costoso offre un'esperienza immersiva molto più avanzata grazie al tracciamento 6DoF e al sistema Oculus Guardian.

Queste due caratteristiche ti permettono di giocare liberamente nel tuo salotto, muovendoti e girando in tutte le direzioni senza mai rischiare di urtare un ostacolo o perdere il tracciamento. Più, Controller Oculus Touch e tracciamento delle mani consentire più interazioni rispetto al semplice controller di Oculus Go.

Anche le prestazioni di Quest sono state superiori, grazie a un processore Qualcomm Snapdragon 835 abbinato a 4 GB di RAM e un display OLED con definizione 1440 x 1600. Oculus Go si accontenta di una CPU Snapdragon 821 accoppiato con 3 GB di RAM e uno schermo LCD 2560 × 1440.

Adesso, Oculus Quest 2 amplia il divario con un processore Qualcomm Snapdragon XR2 appositamente progettato per VR, 6 GB di RAM e uno schermo 1832 × 1920 per occhio con una frequenza di aggiornamento di 90 Hz. Anche i controller e la batteria sono stati migliorati.

La versione con 256GB di spazio di archiviazione è offerta a 449 euro, lo stesso prezzo del primo Quest quando è stato lanciato lo scorso anno. È disponibile anche una versione a 349 euro, che offre solo 64Gb di storage. Non è nemmeno 100 euro in più rispetto all'Oculus Go in versione 64Gb, offerta a 269 euro.

Basti pensare che Oculus Go è ora tecnicamente obsoleto di fronte all'arrivo di Quest 2. Inoltre, questo auricolare non è più nemmeno disponibile sullo store di Oculus che si collega direttamente a Quest 2. L'Oculus Go ha gettato le basi per il mercato degli auricolari VR stand-alone, ma è innegabile che abbia fatto il suo tempo ...

Nota finale

7.2

Design: Oculus ha progettato un auricolare dal design sottile ed elegante, molto piacevole da usare.

Installazione: Immediato. Wireless, senza PC e senza smartphone. la promessa. L'auricolare autonomo alla portata di tutti è finalmente disponibile. Impossibile passare al preventivo per questo prezzo. Ricorda che non sostituisce un Oculus Rift o un HTC Vive che giocano in un campo molto più alto

Grafica e prestazioni:Molto meglio di Gear VR, Oculus Go ha scommesso su auricolari VR standalone a basso costo e ad alte prestazioni.

Giocabilità e utilizzo: Il negozio Oculus Go è lo stesso del negozio Gear VR. Solo una manciata di app delle 1000 promesse è riuscita ad attirare la nostra attenzione. Forse è più saggio aspettare un po 'prima di acquistare questo prodotto. Per il momento è un ottimo auricolare per la visione di video a 360 ° ma un po 'vuoto per le applicazioni

Rapporto qualità / prezzo: Impossibile competere a questo prezzo. Per quasi 200 euro ecco la porta d'accesso alla realtà virtuale. C'è un prima e un dopo Oculus Go.

(voti)

Aggiungi un commento di Oculus Go: recensione completa del nuovo visore VR stand-alone
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.