Perché la realtà aumentata è più clamorosa della realtà virtuale

Chi sono io
Michael Naimark
@michaelnaimark
Autore e riferimenti

sommario

  • La realtà aumentata ha preso di mira le imprese prima del grande pubblico

La realtà virtuale consiste nel coprire completamente il campo visivo dell'utente con immagini virtuali, mentre la realtà aumentata consiste nel sovrapporre elementi virtuali al mondo reale. Negli ultimi anni, la realtà virtuale è stata resa popolare da Oculus Rift di Facebook nel 2016. Da parte sua, l'AR ha avuto per la prima volta un inizio molto difficile con il triste fallimento di Google Glass nel 2012. In seguito, Microsoft si è affermata come leader di mercato e pioniera con il suo HoloLens nel 2016.



Due anni dopo, è chiaro che la realtà aumentata è più attraente della realtà virtuale. Tutti gli analisti prevedono ora un futuro molto più luminoso per l'AR che per la realtà virtuale e alcuni leader del settore tecnologico come Apple preferiscono evitare la realtà virtuale e concentrarsi solo sulla realtà aumentata. La spiegazione di questa disparità può essere trovata nelun modo radicalmente diverso in cui queste due tecnologie sono state introdotte sul mercato.

Quando sono stati lanciati Oculus Rift e HTC Vive, i prezzi erano troppo alti per il grande pubblico e il contenuto era insufficiente. Questo è uno dei motivi principali per cui i dati di vendita di questi dispositivi sono stati deludenti.

Da parte sua, con HoloLens, Microsoft ha optato per l'approccio opposto. Invece di cercare di vendere il tuo prodotto al grande pubblico, l'azienda di Redmond ha cercato di prendere di mira le aziende. HoloLens è molto utile per le aziende dei settori aeronautico, automobilistico, sanitario o esplorativo grazie alle sue caratteristiche che ne consentono la visione remota. Tuttavia, queste aziende sono pronte a pagare un prezzo elevato.


La realtà aumentata ha preso di mira le imprese prima del grande pubblico


Lo troviamo qui un approccio simile a quello di cui il PC è stato lanciato sul mercato. Inizialmente il prezzo esorbitante di questi computer li riservava alle aziende. Solo successivamente i prezzi sono scesi abbastanza da attirare il grande pubblico. Inoltre, nel frattempo, la tecnologia era migliorata. Pertanto, i consumatori potrebbero beneficiare direttamente di un'esperienza di alta qualità.

Lo stesso vale per la realtà aumentata. Concentrandosi sul mercato aziendale, Microsoft consente loro di sviluppare contenuti di qualità per il suo casco AR. Quando HoloLens 2 verrà lanciato nel 2019, ci saranno già molte fantastiche app disponibili.

Al contrario, due anni dopo il lancio di Oculus Rift, Facebook non ha ancora un'app killer che da sola può favorire l'acquisto di un casco. Questo è anche il motivo per cui PlayStation VR è il visore per realtà virtuale più venduto: questo dispositivo sfrutta il know-how e la proprietà intellettuale di Sony per poter offrire ai giocatori contenuti di videogiochi accattivanti. Qualcosa che manca a Oculus.

In conclusione, è quindi l'approccio di Microsoft che ha contribuito al successo di HoloLens nonostante il suo prezzo elevato. Rivolgendosi soprattutto alle imprese, l'azienda ha assicurato che la barriera dei prezzi non fosse insormontabile. Anzi, Facebook ha commesso l'errore di voler rivolgersi direttamente al grande pubblico mentre anche il creatore di Oculus Rift crede che nessun visore VR sia abbastanza maturo per diventare mainstream. Tuttavia, entrambe queste tecnologie sono solo agli inizi ed è molto probabile che il mercato della realtà virtuale subirà una recrudescenza della tensione nei prossimi anni.





Aggiungi un commento di Perché la realtà aumentata è più clamorosa della realtà virtuale
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.