Perché Microsoft scommette sull'AR piuttosto che sulla VR

Chi sono io
Steven L. Kent
@stevenlkent
Autore e riferimenti

sommario

  • La realtà aumentata sta guadagnando forza nel settore
  • Il futuro è in AR?

Microsoft ha comunque fatto un tentativo nel mondo della realtà virtuale lanciando la sua piattaforma Window Mixed Reality nel 2017. L'azienda di Redmond, d'altra parte, ha lasciato ad altre società, HP, Samsung, Acer e Lenovo, la produzione dei propri auricolari. Questi differiscono da quelli di Oculus o HTC per il fatto che non hanno bisogno di un tracker esterno per tracciarli. Tutto è in casa.



Da allora, notizie più o meno da Microsoft su questo fronte. Solo il comunicato di Phil Spencer, responsabile della filiale Xbox, ha confermato le posizioni del colosso americano. La realtà virtuale non è chiaramente la loro priorità. La ragione addotta è che questo non è ciò che la gente vuole. A posto, hanno concentrato tutti i loro sforzi sulla realtà aumentata. E se il grande pubblico non si esprime molto di più su questo argomento, un'altra frangia della popolazione ne è interessata; uno le cui tasche sono piene.

La realtà aumentata sta guadagnando forza nel settore

Diversi esempi recenti lo dimostrano, l'universo della realtà virtuale, accompagnato dalla realtà aumentata, lo è in forte espansione. Le cuffie sono esaurite, alcuni giochi guadagnano milioni di dollari (beh, almeno un milione). Tuttavia, questo mercato rappresenta solo una piccola parte dei guadagni generati dall'industria. Non è lui il vero motore dell'attesa forte crescita, sebbene vi stia partecipando. No è principalmente AR e la sua applicazione in vari settori come industria, medicina e militare. Qui è dove sono potenzialmente i soldi.


Quindi, quando Microsoft ha presentato le sue cuffie HoloLens all'E3 nel 2015 con un gioco di Minecraft, il feedback è stato positivo. Lo erano meno quando è stato annunciato il prezzo che superava i 3 euro. L'obiettivo di questo dispositivo era quindi ovvio e prioritario ad aziende e agenzie governative. Pertanto, anche se Microsoft ha venduto molti meno auricolari di Oculus, è probabile che i loro margini fossero più alti.


Il futuro è in AR?

Posizionandosi il prima possibile sulla realtà aumentata, Microsoft ha preso un buon vantaggio sul resto del mercato. Tuttavia, altri produttori, cinesi (Magic Leap), francesi (Lynx) o americani sono alle sue calcagna. Anche loro hanno capito le sfide dell'AR. È anche, in un certo senso, la scommessa di scommettere su una tecnologia che rappresenta il futuro. In effetti, la realtà aumentata non dovrebbe essere limitata come può essere la realtà virtuale. E il fatto che giganti come Google, Facebook e Apple stiano per iniziare dimostra che anche loro si aspettano una piccola rivoluzione.



Quindi al momento questo rappresenta un piccolo mercato. Tuttavia, Microsoft può sfruttare il suo posto in cima alla montagna per osserva le evoluzioni e calcola la tua prossima mossa.



Aggiungi un commento di Perché Microsoft scommette sull'AR piuttosto che sulla VR
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.