Qualche parola sulla fiera tecnologica Laval Virtual 2014

Chi sono io
Alejandro Crespo Martínez
@alejandrocrespomartinez
Autore e riferimenti

Si è svolta dal 9 al 13 aprile 2014 la sedicesima fiera Laval Virtual, che riunisce ancora una volta le principali aziende operanti nel campo della realtà virtuale e / o aumentata. Tra i 114 espositori che hanno presentato progetti più innovativi degli altri sono state selezionate alcune perle:

 La società francese Immersion ha presentato un tavolo interattivo progettato per facilitare il lavoro collaborativo. Questo supporto consente la visualizzazione, lo scambio e l'annotazione di documenti digitali nonché il controllo remoto dei dispositivi collegati. Auguriamogli di non conoscere lo stesso destino disastroso del tavolo tattile presentato nel 2007 da Microsoft e caduto troppo in fretta nel dimenticatoio.



 L'Università giapponese di Tsukuba ha dimostrato il suo impressionante sistema di modellazione 3D. Grazie alla sua interfaccia super intuitiva, sarà presto facile realizzare un modello 3D come giocare con una zampa da modellismo.

 Per quanto riguarda l'immersione nel virtuale, BeAnotherLab ha presentato la sorprendente macchina come un'altra (La macchina per essere un'altra), un'esperienza interattiva di scambio di punti di vista. Questo progetto, oltre al fatto che offre la possibilità di provare un'impressionante sensazione di uscita extracorporea, permette anche di percepire la nostra coscienza nel corpo dell'altro, offrendo così la possibilità di sviluppare tolleranza ed empatia nei suoi fruitori. .

 Da parte loro, EDF e R&D hanno proposto un simulatore per la visita di edifici virtuali in sedia a rotelle, che dovrebbe consentire di identificare facilmente i problemi di accessibilità alle persone a mobilità ridotta nei progetti architettonici anche prima dell'inizio dei lavori. Questo simulatore potrebbe anche aiutare ad addestrare i nuovi disabili all'uso di una sedia a rotelle grazie al suo sistema tattile realistico.

 Sempre nel settore dell'assistenza alle persone con disabilità, l'Università di Bruxelles (Belgio) ha sviluppato un software che consente agli amputati di combattere il dolore dell'arto fantasma osservando la loro immagine sulla quale è incorporato in tempo reale il membro scomparso.



 Ma è il Virtualizer indispensabile di Cyberith che ha offerto ai visitatori l'esperienza più coinvolgente con il suo tapis roulant omnidirezionale che, insieme agli attesissimi occhiali per realtà virtuale Oculus-rift, offre agli utenti il ​​piacere di esplorare universi virtuali in modo naturale e intuitivo. Non c'è dubbio che molti fan dei giochi FPS attendono con impazienza l'uscita commerciale di questo giocattolo.


 Riteniamo da questo incontro che nonostante l'ascesa della realtà virtuale in ambiti sempre più variegati, i progetti di divertimento e immersione sensoriale sono ancora molto presenti e offrono prodotti sempre innovativi per la gioia dei visitatori.




Aggiungi un commento di Qualche parola sulla fiera tecnologica Laval Virtual 2014
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.