Realtà virtuale 2019: i principali trend per il mercato VR

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • Realtà virtuale 2019: la rivoluzione dei visori VR autonomi
  • Realtà virtuale 2019: la PSVR offrirà sempre i migliori giochi esclusivi
  • Realtà virtuale 2019: finalmente una “killer app”?
  • Realtà virtuale 2019: Eye Tracking, una nuova importante funzionalità dei visori VR
  • Realtà virtuale 2019: la realtà virtuale taglia il cavo
  • Realtà virtuale 2019: Oculus e HTC detronizzati nel mercato PC VR?
  • Realtà virtuale 2019: VR sempre più basata sulla posizione

Nel 2018, il mercato VR è stato segnato dall'arrivo di visori VR autonomi come Oculus Go, dal dominio del PSVR, o dall'abbandono della VR domestica a favore di esperienze destinate alle sale giochi e ad altri stabilimenti dedicati. Vediamo adesso le tendenze all'orizzonte per il 2019.



Realtà virtuale 2019: la rivoluzione dei visori VR autonomi

Nella primavera del 2019, Facebook lancerà il suo visore VR autonomo Oculus Quest. Come Oculus Go, questo dispositivo includerà tutti i componenti necessari per il suo funzionamento e può quindi funzionare senza essere collegato a un PC o uno smartphone. Tuttavia, le sue prestazioni saranno più vicine a quelle di un Oculus Rift con in particolare un sistema di tracciamento Room Scale 6DOF. Il casco sarà quindi in grado non solo di seguire i movimenti di rotazione e inclinazione della testa, ma anche i movimenti in avanti, indietro, su e giù.

Ce il monitoraggio a livello di stanza si basa su un sistema "inside-out", vale a dire che il casco incorporerà telecamere integrate in grado di rilevare la posizione e i movimenti di chi lo indossa. Questo è un chiaro miglioramento rispetto alla Landa il cui tracciamento si basa su sensori a infrarossi esterni. Inoltre, come il Rift, il Quest arriverà con due controller di rilevamento del movimento. Troveremo anche molti giochi già disponibili sulla Landa.



Certamente, con un semplice processore Snapdragon 835, il Quest non sarà in grado di eguagliare le prestazioni offerte da un PC equipaggiato con una scheda grafica NVIDIA GeForce e un processore Intel di ultima generazione. Tuttavia, sarà offerto allo stesso prezzo di $ 400 del Rift, che richiede anche un PC per funzionare. In effetti, questo nuovo dispositivo ha il potenziale per attirare molti più consumatori rispetto al Rift, destinato principalmente ai giocatori. Lui stesso, The Quest potrebbe avviare la democratizzazione della VR.

Realtà virtuale 2019: la PSVR offrirà sempre i migliori giochi esclusivi

Il PSVR è ben lungi dall'essere l'auricolare più avanzato sul mercato in termini di prestazioni e caratteristiche tecniche. Tuttavia, nel 2018, questo dispositivo ha dominato il mercato in termini di copie vendute. Questo successo è legato a due fattori principali. Prima di tutto, invece di un PC come Rift o HTC Vive, questo auricolare richiede solo una PlayStation 4 per funzionare. Sony può infatti contare su oltre 100 milioni di potenziali utenti.

Inoltre, la PlayStation VR si distingue per un eccellente catalogo di giochi pieno di esclusive di alta qualità. Possiamo menzionare in particolare Tetris Effect, Borderlands 2 VR, Resident Evil 7 o anche Astro Bot: Rescue Bot che è considerato da molti il ​​miglior gioco VR su tutte le piattaforme.

In 2019, questo catalogo continuerà ad espandersi con nuove esclusive. In effetti, più di 50 giochi sono attualmente in fase di sviluppo per PSVR. Tra le esclusive più attese, possiamo citare Ace Combat 7: Skies Unknown, Everybody's Golf e Dreams.


Realtà virtuale 2019: finalmente una “killer app”?

La maggior parte delle console di gioco e altri dispositivi elettronici devono il loro successo a un'applicazione particolarmente interessante. Ad esempio, se Nintendo Switch è così popolare, è in gran parte grazie a Mario Odyssey e Zelda Breath of the Wild. Nel caso delle cuffie per realtà virtuale, tuttavia, nessuna esperienza è riuscita finora a posizionarsi come un'app killer.


Alcuni giochi VR stanno andando bene, come dove , ma nessuno ha avuto abbastanza successo da giustificare l'acquisto di un casco da solo. Per il 2019 sono previsti diversi giochi promettenti. Possiamo menzionare in particolare il gioco Stormland, sviluppato da Insomniac Games (Ratchet and Clank, Spyro, Spider-Man…), che sfida il giocatore ad esplorare isole generate proceduralmente decimando robot per migliorare le proprie abilità. È possibile che questo gioco offerto in esclusiva su Oculus Rift svolga finalmente il ruolo di ambasciatore per l'auricolare di Facebook.

Realtà virtuale 2019: Eye Tracking, una nuova importante funzionalità dei visori VR

Nel 2019, possiamo aspettarci che molti nuovi auricolari VR arriveranno con funzionalità di eye tracking. Il Eye Tracking migliora notevolmente le prestazioni grafiche grazie alla tecnica di rendering foveale che imita il modo in cui il nostro occhio funziona naturalmente migliorando la nitidezza del punto dell'immagine dove l'utente sta guardando. Allo stesso modo, Eye Tracking può consentire agli avatar di imitare i movimenti degli occhi degli utenti o migliorare il realismo della messa a fuoco e gli effetti di profondità di campo.

Questa tecnologia è già offerta su alcuni auricolari VR di fascia alta come StarVR One o VRGineers XTAL. Allo stesso modo, Oculus ha annunciato che sta lavorando alla propria soluzione di eye tracking per i suoi futuri visori VR. Nel 2019, possiamo aspettarci che Eye Tracking diventi più democratico e si estende ai caschi di fascia media.


Realtà virtuale 2019: la realtà virtuale taglia il cavo

Le vendite di cuffie VR di prima generazione sono limitate da diversi inconvenienti. Deploriamo particolarmente una definizione relativamente bassa e il disagio associato ai cavi che collegano questi dispositivi al PC. Tuttavia, nel 2019, questi problemi potrebbero essere risolti con l'arrivo dei caschi di seconda generazione.


Stiamo aspettando in particolare Oculus Quest, un nuovo headset autonomo di Facebook la cui uscita è prevista per la primavera 2019. Offrirà un'esperienza simile al Rift, ma funzionerà in modo autonomo e quindi wireless. In termini di definizione, anche gli schermi dovrebbero evolversi dal prossimo anno. In effeti, Google e LG hanno annunciato un display con risoluzione 4800 × 3840 che dovrebbe offrire una qualità dell'immagine molto più nitida. Allo stesso modo, il Pimax 8K è previsto per gennaio 2019.

Ovviamente, inizialmente, il prezzo dei caschi che trasporteranno questi schermi sarà estremamente alto. Tuttavia, i costi dovrebbero diminuire rapidamente e consentire la democratizzazione di questo sviluppo.

Realtà virtuale 2019: Oculus e HTC detronizzati nel mercato PC VR?

Dal 2016, Oculus e HTC hanno regnato sovrani nel mercato VR per PC con i rispettivi auricolari: Rift e Vive. Tuttavia, l'acqua scorre sotto i ponti da due anni. Nel 2019 verranno commercializzati caschi nuovi e molto promettenti prodotti da altri produttori.

Possiamo citare il Pimax 8K, prodotto dalla cinese Pimax VR, oppure lo StarVR One, frutto della partnership tra Starbreeze e Acer. Questi dispositivi offrono prestazioni notevolmente superiori e molte funzionalità aggiuntive rispetto alle cuffie di prima generazione. Se Oculus e HTC non si vendicano abbastanza rapidamente, lo è molto probabile che perderanno le loro posizioni di leadership il prossimo anno.

Realtà virtuale 2019: VR sempre più basata sulla posizione

La realtà virtuale basata sulla posizione consiste nell'offrire agli utenti un pagamento un'esperienza di realtà virtuale lontano da casa, ad esempio in una sala giochi o in un centro dedicato. Molto spesso l'esperienza offerta supera ciò che è possibile a casa. Ad esempio, The Void ha creato l'esperienza VR "Star Wars: Secrets of Empire" in cui i giocatori possono spostarsi su una scala di magazzino e sperimentare stimoli multisensoriali come i cambiamenti di temperatura attraverso diversi dispositivi sofisticati.

Di fronte a vendite deludenti di cuffie per realtà virtuale, è fo probabilmente che nel 2019 emergeranno nuove esperienze basate sulla posizione. Disney e The Void, ad esempio, hanno annunciato la loro intenzione di creare più esperienze simili, e persino Oculus intende creare i propri arcade VR dedicati.



Aggiungi un commento di Realtà virtuale 2019: i principali trend per il mercato VR
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.