Realtà virtuale e aumentata: Microsoft molto ambiziosa nel 2017

Chi sono io
Tom Chatfield
@tomchatfield
Autore e riferimenti

sommario

  • Il piano molto ambizioso di Microsoft per il 2017
  • Promettente tecnologia di rilevamento del movimento
  • Una partnership con cuffie per realtà virtuale di fascia alta
  • Microsoft intende rendere Windows 10 la piattaforma di riferimento per VR e AR

Microsoft ha preso un buon vantaggio nel campo della realtà aumentata con i suoi occhiali Hololens. Tuttavia, il gigante del software si è ritirato da tempo dalla realtà virtuale fino a tempi recenti. Determinata a penetrare anche nel mercato della realtà virtuale, l'azienda di Redmond ha deciso di battere forte e dal prossimo anno sarà senza dubbio uno dei principali attori del settore.



Il piano molto ambizioso di Microsoft per il 2017

L'azienda di Redmond lancerà, probabilmente in primavera, le sue cuffie per realtà virtuale in collaborazione con i principali gruppi IT. L'auricolare voluto da Microsoft competerà con l'HTC Vive e l'Oculus Rift ma offrendo un prezzo molto più accessibile pur richiedendo un computer molto meno costoso.

Microsoft desidera quindi cogliere la fascia media molto ampia con auricolari per realtà virtuale commercializzati a 300 euro e in esecuzione su computer con caratteristiche molto modeste che potrebbero sicuramente democratizzare la realtà virtuale nelle case.

Promettente tecnologia di rilevamento del movimento

Le app di realtà virtuale che utilizzano smartphone offrono solo esperienze statiche. I movimenti dell'utente (eccetto i movimenti della testa) non vengono presi in considerazione. HTC Vive e Oculus Rift offrono un sistema per rilevare i movimenti dell'utente utilizzando sensori esterni.


Laddove Oculus Rift e HTC Vive richiedono uno spazio dedicato delimitato da sensori (Room Scale), l'auricolare per realtà virtuale voluto da Microsoft utilizzerà un'operazione diversa. Non servono sensori esterni perché il sistema di rilevamento del movimento sarà integrato direttamente nel casco. Una tecnologia molto più pratica di quella dei suoi concorrenti e che è stata battezzata "World Scale" dai suoi progettisti e che si può vedere nel video qui sopra.


Una partnership con cuffie per realtà virtuale di fascia alta

Microsoft sembra riluttante a lasciare il mercato virtuale di fascia alta ai suoi concorrenti e ha avviato una partnership con un produttore cinese che offre un visore per realtà virtuale di fascia alta, che supera in risoluzione e frequenza di aggiornamento l'HTC Vive e l'Oculus Rift. Chiamato S1 Blubur, il casco dovrebbe essere commercializzato nel primo trimestre del 2017. Il suo prezzo di vendita è, per il momento, sconosciuto.


Microsoft intende rendere Windows 10 la piattaforma di riferimento per VR e AR


Infine, il gigante del software intende fare affidamento sul suo grande punto di forza: Windows. L'azienda di Redmond intende rendere Windows 10 la piattaforma di riferimento, sia per la realtà virtuale che per la realtà aumentata con come valuta, un software per tutti i sistemi. Microsoft intende quindi fornire a produttori e sviluppatori soluzioni chiavi in ​​mano in esecuzione sul sistema operativo di punta dell'editore di software americano per i loro prodotti di realtà virtuale e realtà aumentata.



Aggiungi un commento di Realtà virtuale e aumentata: Microsoft molto ambiziosa nel 2017
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.