Secondo quanto riferito, Apple collabora con Zeiss sugli occhiali AR / MR

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • 2017: la democratizzazione dell'AR grazie ad Apple?

Mela. Truffatore per alcuni, genio per altri. Che uno pensi o l'altro, il successo commerciale degli iPod e poi degli iPhone rimane innegabile. Se Apple non ha inventato, in senso stretto, le tecnologie che guidano i suoi prodotti di punta (i touch screen esistevano molto prima del rilascio del primo iPhone nel 2007), la rivoluzione che si vanta di essere all'origine sta soprattutto nella sua capacità di democratizzare.



Il mercato AR nel 2016 non è stato all'altezza delle aspettative. Certamente, Pokémon Go sapeva come toccare tutti. I filtri Snapchat sono così popolari che persino Facebook si offre di indossare una maschera virtuale. Tuttavia, non è ancora legittimo parlare di realtà aumentata come una tecnologia adottata dal grande pubblico.. Qualcuno potrebbe pensare che se tra tutti questi grandi produttori, che attualmente si guardano l'un l'altro, uno facesse il primo passo, gli altri lo seguiranno volentieri, sbloccando così la crescita di un mercato dalle enormi potenzialità.

Un colosso come Apple, con una community di clienti sempre affezionata ai nuovi prodotti, sembra essere un candidato perfetto per porre le basi di questo mercato emergente. Con il decimo anniversario dell'iPhone, non c'è dubbio che Apple abbia in serbo delle sorprese. Se non ha ancora rivelato nulla sui suoi piani per la realtà virtuale e aumentata, non possiamo ignorare i tanti brevetti e acquisizioni di startup specializzate nel settore.

Lo ha sottolineato lo scorso novembre un noto analista americanoApple stava valutando la possibilità di entrare nel mercato degli occhiali connessi, come Snap Inc. Oggi, il futuro dell'azienda di Cupertino in questo mercato si conferma un po 'di più. Il famoso blogger Robert Scoble afferma che Apple sta attualmente collaborando con la società di ottica tedesca Carl Zeiss su un progetto di occhiali. L'uomo cita un dipendente Zeiss, che rimane anonimo, secondo cui stanno lavorando le due società.



2017: la democratizzazione dell'AR grazie ad Apple?

Un altro dipendente dell'azienda tedesca conferma le voci e lo informa addiritturaApple prevede di commercializzare il prodotto nel corso del 2017. Tuttavia, al momento non sembra essere definito un calendario più preciso. Secondo quanto riferito, Scoble ha sentito due cose diverse da due fonti. Inizialmente, pensava che gli occhiali non sarebbero usciti fino al 2018, opinione condivisa anche da Bloomberg.

Gli occhiali Apple si collegherebbero all'iPhone in modalità wireless e presenterebbero immagini e informazioni nel campo visivo di chi li indossa. Un altro documento lo affermaApple stava lavorando per integrare la realtà aumentata direttamente nell'applicazione della fotocamera iOS. Questa funzione consentirebbe agli utenti di puntare il proprio iPhone su oggetti fisici che sarebbero poi riconosciuti dal dispositivo.



L'attuale CEO di Apple, Tim Cook, da tempo ha espresso interesse per la realtà aumentata, vantandosi con chiunque voglia sentirlo parlare delle capacità della tecnologia arrivando addirittura a dire che la realtà aumentata aveva un potenziale superiore a quello della realtà virtuale.



Aggiungi un commento di Secondo quanto riferito, Apple collabora con Zeiss sugli occhiali AR / MR
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.