Valtech sta organizzando il suo secondo hackathon per modernizzare il retail grazie alla VR

Chi sono io
Alejandro Crespo Martínez
@alejandrocrespomartinez
Autore e riferimenti

sommario

  • Valtech: un hackathon orientato al prodotto
  • L'hackathon di Valtech: un mini-incubatore ...
  • ... per il massimo impatto

Stabilito in 13 paesi, il L'ambizione di Groupe Valtech è di mostrare le nuove tecnologie. Con questo in mente, l'agenzia di marketing digitale e tecnologico ha fatto la scommessa inizia il tuo hackathon. La prima edizione, tenutasi nel 2016, si è concentrata sull'inquinamento. Quest'anno è stata scelta la realtà virtuale, e in particolare nelle sue applicazioni per rivoluzionare il retail. Dal 17 al 19 marzo, questi sono partecipanti 63 che sono attesi al 148 di rue de Courcelles a Parigi.



Valtech: un hackathon orientato al prodotto

Negli ultimi anni, il formato hackathon è molto popolare in Francia. Valtech, sempre alla ricerca di tendenze per evidenziare il progresso tecnologico, ha deciso a sua volta di intraprenderlo. Ma l'hackathon di Valtech sta andando bene. Come spiegano Mélissa, Margerie e Laure, membri del team che hanno avuto l'idea di questo evento, si tratta di . su 48 ore, i partecipanti, si sono riuniti squadre da 4 a 6 persone, si incontreranno di nuovo sul sito Valtech per sviluppare più di un'idea, un prodotto realizzabile. Per realizzare questo, i capi progetto saranno supervisionati dai mentori del gruppo, inclusi Anthony e André, due degli sviluppatori che hanno partecipato alla creazione dell'hackathon di Valtech.

L'hackathon di Valtech: un mini-incubatore ...

Composto da facilitatori e sviluppatori agili, il team dietro l'hackathon di Valtech spiega che lo fa ", come si fa spesso. Le diverse persone dietro questo progetto volevano davvero condividere il loro desiderio e il loro know-how. I consulenti, soprattutto, possono così aiutare i partecipanti su argomenti tecnologici o di marketing su cui sono esperti. descrive Mélissa.



Da venerdì alle 19:XNUMX i partecipanti si incontreranno. Chi non ha compagni di squadra potrà poi trovarli secondo le idee di progetto che ciascuno propone. Questi sono allora 48 ore di lavoro aspettando gli "hacker". Durante questo fine settimana, i partecipanti sono invitati a rimanere sul posto: docce, spazzolini da denti, area micro-pisolino, caffè, cibo ... Valtech ha pianificato tutto in modo che le squadre possano creare e svilupparsi nelle migliori condizioni possibili. Questo è anche il motivo vengono organizzate piccole sfide tecniche nei momenti strategici dell'hackathon: giustifica i mentori del team Valtech.

... per il massimo impatto

Per Valtech, l'obiettivo di questo hackathon è vedere l'emergere di nuovi prodottio anche nuove esigenze. Questo evento consente anche unire i membri dell'agenzia : racconta i membri di Valtech che hanno preso parte alla prima edizione.

Con un primo premio che include la raccomandazione in un acceleratore di un partner Microsoft, auricolari Samsung Gear VR, nonché un ingresso più uno stand o un discorso durante il Laval Virtual. Le squadre, che la giuria, composta da David Rousset, Renaud Montin, Christophe Danion, Geoffrey Gorisse e Damien Lefebvre, posizionerà sul secondo e terzo gradino del podio, vinceranno, loro, attrezzature del marchio di Tolosa Qantik, oltre a chicche Valtech. Nel gioco ci sono anche un premio per la squadra più connessa e l'uovo di Pasqua più divertente. Domenica 19 pomeriggio verranno presentati i prodotti realizzati durante l'hackathon. Va notato che la particolarità di questo hackathon è proprio questa i team partecipanti detengono pieni diritti di proprietà intellettuale per le idee e i prodotti creati durante il fine settimana.



Ivan, membro del team vincitore della precedente edizione, descrive l'hackathon di Valtech a cui ha potuto partecipare. Nel 2016, da studente, decide di partecipare con i suoi compagni di classe all'hackathon di Valtech il cui tema, l'inquinamento, lo interessava. Questa l'esperienza è stata molto vantaggiosa per luie: dice a Ivan. Inoltre evidenzia la libertà offerta da Valtech, che non impone la tecnologia con cui i team possono lavorare, confrontando l'esperienza con un micro incubatore di 48 ore. Al di là del premio e dell'esperienza acquisita durante l'edizione 2016, Ivan ha avuto la fortuna di vincere un premio almeno altrettanto interessante… Ora è consulente di Valtech! Allora, studenti o imprenditori, non esitate ad iscrivervi, alcuni posti sono ancora disponibili per questo hackathon intorno alla realtà virtuale e aumentata!



Aggiungi un commento di Valtech sta organizzando il suo secondo hackathon per modernizzare il retail grazie alla VR
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.