Virtualis - la startup francese per la realtà virtuale terapeutica

Chi sono io
Michael Naimark
@michaelnaimark
Autore e riferimenti

sommario

  • Riprodurre ciò che sappiamo fare
  • Una vocazione per ampliare il campo delle possibilità

Dal nostro incontro a Laval Virtual 2015, Virtualis si è evoluto molto. Si attrezza oggi più di 450 strutture in 24 paesi diversi e più di 100 pazienti sono già stati trattati con le sue soluzioni.

La startup ha diversificato la sua offerta. Offre a soluzione completa di riabilitazione funzionale, PhysioVR, Questa soluzione si basa in particolare sulla terapia dello specchio in VR per la cura delle vittime di ictus, amputati o algodistrofia.



Sono offerti diversi moduli per varie parti del corpo e disturbi specifici. Nel 2018, questo pacchetto software ha vinto il trofeo Rééduca Innov '.

L'azienda propone anche un'offerta appositamente adattata disturbi dell'equilibrio, Vertigo VR, premiato anche nel 2016 dal trofeo Rééduca Innov '. Questa soluzione, frutto di 10 anni di ricerca e sviluppo, permette in particolare di porre rimedio ai problemi di vertigini, cinetosi o sindrome da scorrimento. Ha anche ricevuto il premio all'innovazione Kiné 3.0 nel 2017.

In 2020, Virtualis ha lanciato Motion VR : una piattaforma di posturografia dinamica che combina realtà virtuale e varie tecnologie all'avanguardia. Questo dispositivo all-in-one consente molteplici applicazioni e aiuta a ottimizzare lo spazio in uno studio o in un centro grazie al suo ingombro minimo. Anche l'assistenza e la manutenzione sono facili.

Con l'ausilio di questa attrezzatura è possibile effettuare valutazioni complete o anche divertenti esercizi di riabilitazione progressiva in VR. Il dispositivo combina due piattaforme di forza con 4 sensori per piede, una distribuzione dei supporti, Movimenti controllati e quantificabili a 360 gradie vari programmi di realtà virtuale immersiva.


Il virtuale è uno di i pionieri di un'industria che è cresciuta molto in pochi anni. Oggi sono tante le startup e le aziende nel campo della VR al servizio della salute ...


La realtà virtuale è meglio conosciuta per la sua applicazione per videogiochi, ma alcune persone la usano per curare le persone. È il caso di Franck Assaban, CEO di Virtualis, una startup di 3 persone, che ha sviluppato per Oculus Rift un software che aiuta a curare vertigini e disturbi dell'equilibrio. lui spiega.

Riprodurre ciò che sappiamo fare

Grazie alle cuffie per realtà virtuale, Franck e il suo team sono stati quindi in grado di riprodurre gli effetti delle apparecchiature utilizzate fino ad allora dai professionisti. "Continua prima di aggiungere" j. Una pallina optocinetica costa infatti circa 5 euro mentre Virtualis sarà venduta, auricolare compreso, a 000 euro.


Una vocazione per ampliare il campo delle possibilità

Inoltre, il software consente di includere molte altre applicazioni con un'enfasi sulle fobie e in particolare sulla paura dell'altezza. Ancora una volta, Franck Assaban è molto fiducioso sull'efficacia del suo prodotto. "


Virtualis è riuscita ad attirare più di 45 strutture, che attualmente utilizzano le sue soluzioni per curare i disturbi di migliaia di pazienti.

Per il momento, Virtualis è in fase di beta test con diversi professionisti. Tuttavia, è una scommessa sicura che il sistema invaderà presto gli uffici dei nostri medici specialisti.



Aggiungi un commento di Virtualis - la startup francese per la realtà virtuale terapeutica
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.