Shigeru Miyamoto: "Super Mario nella realtà virtuale sarebbe scomodo"

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • Miyamoto è ancora perseguitato dal Virtual Boy

Che si tratti di Samsung, HTC o Facebook, tutti i produttori si sono lanciati nel mercato della realtà virtuale, e rimane un'azienda nota per le sue innovazioni che non ha ancora lanciato un progetto in questo settore: c è Nintendo. Tuttavia, la realtà virtuale si adatta bene ai videogiochi, come attualmente mostrato da Oculus Rift, l'HTC Vive e soprattutto la Playstation VR, principale concorrente di Nintendo nel mercato dei videogiochi.



Ma nonostante il gran numero di progetti di realtà virtuale, da parte di molte aziende del settore, Nintendo sembra essere tra coloro che dubitano del progetto, testimoniato dalla posizione di Shigeru Miyamoto, il famoso creatore delle serie Super Mario, The Legend of Zelda o Metroid, che ha dichiarato in un'intervista a USA Today:

“Concordo sul fatto che adattare Mario a nuove piattaforme sia una delle chiavi per lo sviluppo della serie. Ma vogliamo che le famiglie giochino insieme e la realtà virtuale non lo consente. Ci piacerebbe vedere le persone giocare a lungo, ed è difficile farlo con la realtà virtuale ". Miyamoto aggiunge: “Potresti davvero immaginare di giocare a Super Mario nella realtà virtuale? Sarebbe ... scomodo. "

Miyamoto è ancora perseguitato dal Virtual Boy

Pertanto, la realtà virtuale (e il suo sviluppo giovane) non consente per il momento l'avvio di "Big N". Non dimentichiamo che Nintendo è stato uno dei pionieri della realtà virtuale, come dimostra la commercializzazione del Virtual Boy pubblicato nel 1995, che aveva la forma di un visore per realtà virtuale. La console è stata un fallimento commerciale nonostante diversi tagli di prezzo. Il progetto è stato poi abbandonato da Nintendo nel 1996. Il Virtual Boy purtroppo passerà alla storia come la console meno venduta della storia con solo 770 unità vendute. Da qui la riluttanza di Nintendo a lanciarsi nella realtà virtuale.



Ma la tecnologia continuerà a migliorare nel tempo e presto arriveranno i primi giochi e sistemi per il gioco multiplayer. Così come la durata del gioco nella realtà virtuale aumenterà con le prossime scoperte. E a quel punto, sarà interessante vedere la reazione di Nintendo e il suo lancio nel progetto di realtà virtuale, perché il potenziale è presente, con le tante licenze che l'azienda giapponese possiede, alcune delle quali si adatterebbero perfettamente alla realtà virtuale come F-Zero, Splatoon, Mario Kart o anche Metroid.





Aggiungi un commento di Shigeru Miyamoto: "Super Mario nella realtà virtuale sarebbe scomodo"
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.