Prendi la luna con Andy e Oculus Rift!

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

Una volta questa possibilità era riservata solo agli astronauti della NASA, non è più così. Ricercatori diuniversità americana de Carnegie Mellon hanno trovato un modo per realizzare questo sogno con un nuovo modello di robot lunare. Di nome Andy, questo rover ha la particolarità di essere telecomando (sentire dalla Terra) tramite un auricolare per realtà virtuale, in questo caso ilOculus Rift.


Grazie alle sue molteplici telecamere di bordo, il dispositivo riproduce in formato tempo reale e 3D la superficie della stella lunare. Per muovere lo sguardo, niente di più semplice, Andy segue il mozione dell' tête chi indossa il casco e allinea le telecamere di conseguenza. L'utente può quindi esplorare liberamente la Luna in visione soggettiva, come se fosse lì (rischio di morire per asfissia inferiore).


Spazio, l'ultima frontiera ...

Gli scienziati responsabili del progetto hanno collaborato con Astrobotico, spin-off dell'università, per garantire l'invio nello spazio del robot. Secondo il loro programma, Andy dovrebbe salire a bordo da qui fine 2015 inizio 2016 in un razzo Falcon 9, di proprietà di Space X, una società privata fondata dal miliardario Elon Musk (auto elettriche Tesla). Inoltre, a antico astronauta Appolo 9 missioni, Rusty Scheweickart, supporta e lavora a questo progetto come consulente.

Gli studenti dietro lo sviluppo di Andy hanno un altro obiettivo in mente: vincere il Google Lunar Prize ! Questa competizione, organizzata dal gigante del web, premia le squadre che ci riescono manda un robot sulla luna. Di conseguenza, una dotazione di oltre $ 30 milioni. Una cifra che faciliterebbe enormemente il regolare svolgimento del viaggio di Andy. Sfortunatamente, i criteri di Google non si fermano qui. Il robot oltre ad atterrare sul satellite, dovrà spostarsi su una distanza di almeno 500 metri, e trasmettere immagini in qualità HD del suo viaggio. Per il momento sono 18 le squadre iscritte alla corsa per la Luna.



Una sfida tecnica e tecnologica

Come puoi immaginare, questo progetto è tutt'altro che facile da realizzare. Per motivi di riservatezza, gli sviluppatori di Andy non hanno rivelato in dettaglio come funziona il loro bambino. Tuttavia, hanno riferito i ricercatori della Carnegie-Mellon diverse difficoltà, soprattutto conOculus Rift.

In effetti, ilAPI (Interfaccia di programmazione dell'applicazione) delle cuffie da realtà virtuale era impossibile ricevere 2 flussi di video in tempo reale contemporaneamente. Anche la grande distanza che separa la Luna dal nostro pianeta rimane una questione spinosa, anzi che dire della latenza che inesorabilmente risulterà tra l'utente del casco e il robot?


Un regalo per l'umanità

Un'innovazione su cui i ricercatori della Carnegie-Mellon contano condividere con quante più persone possibile, a partire da scuole. L'idea sarebbe quella di fornire un Oculus Rift a ogni scuola. È inoltre in discussione un progetto di sito Web per consentire ai proprietari di cuffie di connettersi con Andy.


Alla fine e se il primo viaggio va bene, centinaia di altri robot potrebbe essere inviato alla stella lunare per offrire un accesso quasi istantaneo a tutti coloro che sono curiosi di visitare la Dama Bianca. Daniel Shaffrir, ingegnere e membro del progetto, è convinto dell'enorme potenziale di Andy. "".



Aggiungi un commento di Prendi la luna con Andy e Oculus Rift!
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.