[Test] Google Cardboard: il cartone per tutti

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • 5 milioni di cuori conquistati
  • Composizione
  • Nuovi arrivi
  • Progetti attuali
  • Applicazioni più importanti
  • notazione

Questa immagine si è rapidamente dissipata quando il concetto è stato spiegato, vale a dire crea le tue cuffie per realtà virtuale combinando le cuffie con uno smartphone compatibile.

5 milioni di cuori conquistati

Google intende competere con Oculus Rift e altri grandi auricolari. Anche se questi non sono ancora stati rilasciati, il Cardboard ha già conquistato diverse centinaia di migliaia di persone. In effeti, il loro casco ha colpito nel segno e ha venduto oltre 1 milione di copie. È diventato così popolare che diverse aziende hanno deciso di utilizzare lo stesso principio. È il caso della startup di Tolosa con il suo Cardboard-Kit.



Se sta vendendo così bene, è perché ha molti vantaggi che daremo un'occhiata più da vicino.

Composizione

Ma prima di cosa è fatto un Cardboard?
- Prendine un po cartone che devi ritagliare, montare e modellare;
- Aggiungi ad esso due magneti attirare e appendere lo smartphone;
- Chiedi due strisce di fissaggio in velcro (scratch) per chiudere la scatola una volta posizionato lo smartphone;
- E infine, posto una lente in ciascuno dei due fori per discernere il 3D.

Nuovi arrivi

Rispetto alla versione uno, il secondo è più grande per essere compatibile con smartphone iOS / Android fino a 6 pollici. Si costruisce in dieci secondi, pochissimi rispetto ai pochi minuti della versione 2014.

Il magnete messo in atto teoricamente funziona con tutti gli smartphone, cosa che non era il caso della versione precedente.


Sia la versione 2015 che quella precedente utilizzano la stereoscopia data dalle lenti. Lo smartphone viene utilizzato per visualizzare questa tecnologia e contiene anche il giroscopio e l'accelerometro, entrambi essenziali per seguire i movimenti della testa.


Allo stesso modo, la buona notizia è che adesso Unity per Android e iOS è supportato da Cardboard SDK.

Sotto processo, il la frequenza di aggiornamento è inferiore a quella offerta da HTC Vive e Sony PlayStation VR. Siamo rispettivamente a 60Hz contro 90Hz e 120Hz. L'immagine può sfocarsi improvvisamente a volte e dare sensazioni di vertigini. Questo problema deriva direttamente dagli smartphone che non sono ancora del tutto operativi per accogliere la realtà virtuale come dovrebbe.

Inoltre, il cartone e il comfort, che fanno due. Anche se posizionato sugli occhi, possiamo distinguere i raggi luminosi esterni. Non è tanto un problema in sé se ti trovi in ​​una stanza scarsamente illuminata. Buono d'altra parte, va detto, il segno lasciato sulla fronte, è una piccola macchia. Il problema già presente sulla versione 2014 non è stato ancora risolto. Speriamo sia per il prossimo Cardboard.

Progetti attuali

A parte tutto questo lato descrittivo, Esistono molte applicazioni, di cui ben 500 per sfruttare il prodotto di Google. Ora, il produttore vuole vedere oltre e interessarsi agli usi. Secondo lui, ha il suo posto a scuola.

Sì, è facile immaginare di essere in classe a guardare documentari storici, studiare flora e fauna, replicare esperimenti chimici, il tutto con una visione a 360 °. In ogni caso, c'è qualcosa che rende le lezioni molto più interessanti e interattive di quanto lo siano oggi.


Anche se devi possedere uno smartphone, che è sempre più il caso, il casco resta molto economico intorno ai 15 euro. Improvvisamente, non ci saranno scuse da quella parte in modo che l'istruzione non possa trarre vantaggio da questa tecnologia.


L'esempio del suo utilizzo a scuola è stato pubblicato al Google I / O 2015, mostrato sopra. Consiste in una classe in cui ogni studente è dotato del Cardboard e di uno smartphone. L'insegnante vuole che scoprano un ambiente nell'ambito del corso. Utilizzando un'applicazione, può condividere la sua foto e il video con tutti i suoi studenti che li vedranno attraverso le loro cuffie di cartone..
Questo progetto chiamato "Expedition" è attualmente in fase di sviluppo.


Un altro del loro progetto chiamato "Jump" darà la possibilità per qualsiasi creatore di salvare l'ambiente che lo circonda per inviarlo a Youtube. Sarà infatti una montatura composta da 16 telecamere che lo permetterà.

Applicazioni più importanti

Parlando di Youtube, il famoso lettore video online ora supporta 360 video. Ciò significa che anche quello che hai filmato, puoi guardarlo successivamente su Youtube con il Cardboard.


Altrimenti troviamo anche Google Earth che questa volta avrà qualcosa per stupire gli utenti grazie alla realtà virtuale, che rende i paesaggi più reali della vita.

L'app Street View offre un'esperienza simile anche se si tratta di visitare le strade.

Ci sono molte altre applicazioni, ma possiamo comunque soffermarci per qualche istante su quella che offre per rivivere la storia della Reggia di Versailles, come mostrato di seguito:

Infine, vai a VRSE, un'offerta di applicazioni Film 3D a 360 ° con audio 3D binaurale. Esperienze straordinarie garantite!

notazione

7.1

Bien

Il Google Cardboard è un ottimo prodotto per il suo prezzo. Mostra un design semplice ma efficace e ha molte applicazioni. Con i suoi progetti in corso, non c'è dubbio che Google abbia tutte le carte in regola per garantire che Google Cardboard diventi un punto di riferimento per la realtà virtuale negli anni a venire.

(voti)

Aggiungi un commento di [Test] Google Cardboard: il cartone per tutti
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.