Keynote "Vision VR / AR Summit" 2017: annunci di Google

Chi sono io
Adriana Gil
@adrianagil
Autore e riferimenti

sommario

  • Nuovi strumenti Google per sviluppare applicazioni su Daydream
  • Strumenti che semplificano lo sviluppo di applicazioni

Il Vision VR / AR Summit è un evento destinato ad artisti, ingegneri, programmatori, designer, musicisti nonché produttori e ricercatori interessati alla realtà virtuale e alla realtà aumentata. L'evento si concentra sulla condivisione della conoscenza per tutti coloro che desiderano sviluppare prodotti AR o VR. Aggiornamento sulle dichiarazioni di Google.



Nuovi strumenti Google per sviluppare applicazioni su Daydream

Nathan Martz di Google ha mostrato i nuovi strumenti che il gigante dei motori di ricerca offre ai creatori di app di realtà virtuale per le cuffie Daydream. VSGli strumenti devono aiutare i creatori a sviluppare applicazioni più efficienti che utilizzano meno risorse. L'ingegnere di Google ha spiegato in particolare che: "".

Google chiede agli sviluppatori di creare non solo applicazioni molto interessanti ma anche e soprattutto altamente ottimizzate. Per questo, il colosso americano vuole rendere le cose il più semplici possibile e offre ai creatori una batteria di strumenti che non solo semplificherà la loro vita, ma anche e soprattutto ottimizzerà il più possibile le loro applicazioni per adattarsi ai vincoli di smartphone e i loro limiti in termini di prestazioni.

Strumenti che semplificano lo sviluppo di applicazioni

Tra gli strumenti presentati, Google offre in particolare uno strumento per sostituire i calcoli di illuminazione in tempo reale con trame statiche. Questa modifica consente di ridurre notevolmente i calcoli effettuati dallo smartphone. Nathan Martz ha così assicurato che con questa batteria di strumenti è già possibile effettuare una simulazione di luci e ombre dinamiche in 3D ea 60 immagini al secondo sui più potenti smartphone in commercio. Attualmente che avvicina la grafica ottenuta a quelli della realtà virtuale su PC o console.



Uno degli altri strumenti presentati da Google permette di avere un'anteprima delle modifiche al codice in pochi secondi e non più in parecchi minuti come avviene attualmente tra la compilazione del nuovo codice e il trasferimento su smartphone. Niente più inutili perdite di tempo per eseguire i test quindi. Nathan Martz ha anche presentato uno strumento per scoprire le aree di un'applicazione che richiede molte risorse e può surriscaldare lo smartphone. Questa analisi consente di comprendere meglio i problemi di prestazioni dell'applicazione e di correggerli.





Aggiungi un commento di Keynote "Vision VR / AR Summit" 2017: annunci di Google
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.